domenica 30 gennaio 2011

PICCOLA RIFLESSIONE



"E' MEGLIO INGANNARSI
SUL CONTO DEI PROPRI AMICI
CHE INGANNARLI
"

Johann Wolfgang Goethe

BUONA DOMENICA A TUTTI,
CON AMICIZIA SINCERA!!!!

sabato 29 gennaio 2011

AUGURI ELENA

AUGURI BIMBA WEB!!!!

OGGI E' LA TUA FESTA! E SPERO CHE LA TRASCORRERAI IN LETIZIA CON LE PERSONE CHE PIU' TI SONO CARE E CHE TI VOGLIONO BENE:
Saverio, Pallina ed io ci saremo con il pensiero e con il cuore!!!

Insieme a Pallina ho preparato per te una torta





Speriamo che sia di tuo gusto! e poi ci sono tanti pasticcini........
Anche qui lei ha voluto mettere la codina..

Ma io ne ho preparati altri di nascosto... mentre dormiva

Saranno sufficienti per tutti gli ospiti? spero proprio di sì... e quando ci saranno tutti prenderò dal frigo lo spumante e ....
http://1.bp.blogspot.com/_4LhMEfpMV2U/SxVnnar0iaI/AAAAAAAAA6A/oxtBecj-paY/s320/ChampagneCorkPop.jpg

CIN CIN CARA ELENA!!!!!

100 di questi giorni!!!!

giovedì 27 gennaio 2011

PER NON DIMENTICARE


Occhi grandi
vuoti di cielo
colmi di perché mai saziati

occhi che gridano
seppure muti
senza futuro
privi del presente
e orfani di un passato
dalla paura cancellato

Creature silenziose
Angeli
anzi tempo saliti al cielo

Per non dimenticare
i nostri cuori anneghino
nei vostri sguardi
e possano, le nostre mani
recarvi ogni
perduta carezza




lunedì 24 gennaio 2011

AI MIEI FIGLI


Non gioielli, non oro, lascio a voi,
ma le cose a me più care....

....ricordi.....
..i miei ricordi.....
....piccoli, grandi pezzi della mia, della nostra vita...
piccole cose intense,
colme di sensazioni indimenticabili....
..... una conchiglia, forse incrinata,
forse dal tempo logorata,
racchiude i battiti di un cuore....
una foto, vecchia, sbiadita...
rievoca momenti,
una giornata particolare...

un ciondolo modesto,
simbolo di un gesto d'affetto ...
un nastro, una ciocca di capelli, un sasso...
un fiore dal profumo ormai appassito...
..un nulla colorato di niente....
piccole, povere,inutili cose...
attimi di profonda gioia,
istanti profumati di nascoste primavere,
sensazioni lontane ,
odori, voci care, musiche....
meraviglie sublimi....
Non lasciate che tutto passi,
non permettete che l'oblio possa tutto coprire,
e tutto negare col suo velo.
Fate sì che niente sia dimenticato.....

...che tutto possa rinnovarsi,
rinascere e vivere in eterno...
siate i fedeli custodi della nostra esistenza...
e sappiate affidare poi la giusta chiave,
a chi dopo di voi vivrà...



Poesia del 2008- immagini acquisite in rete.

domenica 23 gennaio 2011

DOLCE DOMENICA, CON PERE ED AMARETTI

Come promesso oggi vi faccio vedere il dolce che ho preparato: l'ho fatto per la prima volta mentre eravamo in campagna( infatti le foto sono di allora) e dato che è piaciuto a mio marito, oggi l'ho fatto di nuovo..

Ingredienti:
200 gr. zucchero; 2 uova; 250gr.farina 00; 1 bicchiere di latte; 1/2 bicchiere di olio exv.;buccia grattugiata di arancia; 1 lievito; e con questi si fa l'impasto da disporre poi nella teglia imburrata e infarinata.

Affettare due pere, non troppo granulose( io oggi, però, ho usato 2 mele renette): disporle a raggiera sull'impasto... intanto si accende il forno e lo si riscalda a 200°

...si distribuisce sopra qualche cucchiaiata di cioccolata in tazza...(se si ha, altrimenti si scioglie un po' di cacao amaro nel latte con 3 cucchiaini di zucchero)

Si sbriciola una decina di amaretti di media grandezza, e si spolvera sul tutto

Si inforna per 30 minuti, mettendo la temperatura a 180°.

Quando il dolce sarà abbastanza raffreddato ci si può spolverare sopra dello zucchero vanigliato.

A questo punto non rimane che gustare..........magari con un bicchiere di aleatico, o di moscato dell'Elba.....Buon appettito e ancora
BUONA DOMENICA!

sabato 22 gennaio 2011

UNA FETTINA DIVERSA.....

Faccio sempre una gran fatica a mangiare la carne, di ogni tipo, e mi rendo conto che sono sempre più portata a preferire il pesce, ortaggi e frutta, piuttosto che le carni: ma ogni tanto la cucino, e cerco di fare il possibile per nasconderne il gusto.
Questo è uno dei miei modi di "ingannare" la solita fettina.

Per prima cosa preparo delle patate fritte, in abbondanza, tagliate piuttosto sottili; poi metto a rosolare in olio di oliva ex.v. una bella cipolla bianca- o anche 2 o 3 scalogni-, dopo averla affettata sottile sottile e lasciata in ammollo nel latte per un po' ( dice si digerisca
meglio).
Fatto questo, prendo le fettine, le taglio a listarelle, le infarino e le metto a rosolare nell' olio d'oliva dove ho messo la cipolla.....
.....alla fine aggiungo del vino bianco e faccio evaporare .

Unisco patate e cipolle....
a questo punto, anche se mangio solo un pezzettino di quelle fettine, sento predominare il gusto di patata e, soprattutto cipolla e mi va senz'altro meglio!

***********
Però, sto pensando, domani è domenica, forse ci stava meglio una ricetta per un dolce......... domani lo faccio di sicuro, e se viene come si deve, ve lo faccio vedere!

BUON FINE SETTIMANA A TUTTI

venerdì 21 gennaio 2011

LA POESIA NEL VOSTRO CUORE


La poesia nei vostri occhi
è prova dell'amore che vi ho dato

Il vostro dire
il vostro proporvi
mostra che qualcosa vi ho insegnato

La poesia nel vostro cuore
è il palpito del mio che vi ha creato




mercoledì 19 gennaio 2011

AUGURI MIO CARO SAVERIO





Non credere che sopra ci sono poche candeline perché sei giovanissimo!!!
Il tempo passa per tutti, anche per te, anche se non si direbbe a guardarti...
in fondo ne hai solo qualcuno in più!!!
ma che importa quando il cuore è giovane, e il tuo è un vero bambinello!


Tanti auguri Babbino!Frrru

CARO SAVERIO, QUESTA E' LA 35° VOLTA CHE TRASCORRIAMO INSIEME IL TUO COMPLEANNO.....
DUNQUE ......
AUGURI,
CON TUTTO L'AMORE CHE HO PER TE, E SPERIAMO DI FESTEGGIARNE INSIEME ANCORA TANTI, TANTI E.....
...... ANZI .........DI PIU'!!!!

martedì 18 gennaio 2011

BUON COMPLEANNO LUCIA!

Cara Lucia, so che non ami la panna nei dolci, perciò ho ordinato una torta che ne sia priva: mi sono raccomandata alla pasticcera(ne ho scelta una particolare, che ha alle spalle una grande maestra........ )e mi ha assicurato che non ne avrebbe messa neanche un po'!!! in caso contrario rimanderò tutto indietro e mi rivolgerò a Nonna Papera che la reguardirà ben bene....

Ecco dunque questo è per te, con tanti tanti auguri da parte mia e di Saverio! naturalmente ne darai anche a Gianni e magari una piccola leccatina, per tutti i tuoi pelosini, c'è.......





Intanto la mia pelosina, per mantenersi nel suo colore di base, ti offre semplicemente.......

.........con tanti frgnauu e zampatine!!!

Possa questo giorno essere per te pieno di allegria e serenità, e che tu ne abbia tanti e tanti ancora.. con tanto affetto!
auguri!!!!!!

domenica 16 gennaio 2011

IL MIO CAMMINO


Ricordo quella strada..
felice avanzavo
sicura, fiduciosa
la speranza nel cuore

Né vento, nè pioggia
avrei incontrato...

Tutto era profumo
luce, festa, colore
camminavo...
correvo....
e fiori, farfalle e canti
m'erano compagni

Lunga era la strada
eppure tanto breve

La tempesta
mi colse impreparata

non più la luce, non più i canti
...il buio completo

Incerta
il mio cammino riprendevo

guardinga, impaurita,
disperata


Poi il sole riapparve improvviso
nuovo, radioso, intenso
m'avvolgeva
Assaporai di nuovo
il senso della vita



Immagine presa in rete.

sabato 15 gennaio 2011

BUON FINE SETTIMANA


Speriamo di avere il sole: due giorni fa qua era splendido ma la giornata di ieri è stata grigia e umida al punto che subito ci si scorda del dolce tepore provato. Auguriamoci una buon fine settimana, con un tempo che permetta di farci una bella e salutare passeggiata....


Scorci panoramici di Marciana Marina, il mare elbano, la nostra macchia e alcune fioriture primaverili che ora tanto mi mancano.

giovedì 13 gennaio 2011

POESIE DI SERE LONTANE






VIVERE

Correre su ali variopinte,
tra fantastici giochi di nubi.

Saltare fra agili gazzelle
e rubare petali a Primavera.

Dormire fra morbide madreperle
per abbracciare languidi tramonti.
....e sognare,
vivere,
amare......

Ubriacarsi ad acqua limpida di cielo
in uno splendido sorriso di pioggia.

Urlare nella musica del vento
accompagnata da violini stonati.

Intrecciare fiori di ginestra
a fragili membra di bimbo.
...e amare,
vivere,
sognare.....

*************

I NOSTRI CREPUSCOLI

Appeso ad una nuvola di gabbiani
il mare,
dolce immensità,
ci dona ancora un tramonto.
Poesia,
melodia,
per un amore nato da sempre,
nel mistero incantato di un'isola.


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Poesie 1975

martedì 11 gennaio 2011

TUTTO AL SUO POSTO


Disfare l'albero, il presepe...togliere gli addobbi dalla casa, mi dà sempre un po' di tristezza.
Questa sera ho deciso che era giunto il momento di rimettere tutto al suo posto.
Fino a qualche anno fa, quando ancora eravamo soliti usare un albero vero, andavo avanti anche per più di una settimana prima di togliere tutto: ogni volta mi ricordavo la canzoncina che mio figlio maggiore da piccolo inventò, pensando a dove finiva il nostro albero dopo le feste....immaginava quest'albero triste, fuori dalla porta di casa, abbandonato, nonostante avesse portato la gioia nella nostra casa e vedeva persino che tutti quelli che gli passavano accanto lo guardavano commiserandolo.. era la canzoncina di un bambino, che rinnovava in me sensazioni lontane: tenerissima , ingenua, innocente, eppure aveva in sé un gran significato, aveva un senso!
Così, pensando a quelle parole nate dal suo cuoricino di bimbo, esitavo sempre prima di spogliare l'albero.

Ora, finalmente abbiamo il cosiddetto albero ecologico e il problema non sussiste: basta ricoverarlo nella sua scatola e riprenderlo l'anno prossimo.

Tutto è a posto: non c'è più il piccolo presepe sul mobile di cucina e possiamo permettere a Pallina di fare la sua passeggiatina senza avere la paura che entri dentro la capannina o che si porti via il muschio con qualche pecorella; nella sala non c'è più la festosità che mi davano le lucette intermittenti dell'albero...non ci sono più le campanelle dorate alle finestre, né i fili dorati, né gli angioletti: tutto è di nuovo al suo posto.
Mi rattrista tutto questo, ma in bocca ho ancora il dolce sapore della poesia di questi giorni appena trascorsi e nel cuore ho il ricordo di un altro Natale passato con la mia famiglia e la certezza che ne avremo altri, con altre gioie, con altri affetti........e ancora troveremo la poesia del nostro stare insieme.

domenica 9 gennaio 2011

SALSA VERDE


Questa sera dovendo smaltire della carne di pollo e di manzo bollita ( avevo preparato un brodo) e , non avendo voglia di pasticciare troppo facendone polpette o ripassandolo in padella con la cipolla... così mi sono ricordata della salsetta verde che faceva la mia mamma:

2 uova a rassodare, un abbondante trito di prezzemolo, aglio e capperi, olio, sale, pepe: una volta che le uova sono sode le trito e le aggiungo agli altri ingredienti.

Non ci metto le acciughe sotto sale quando la uso per la carne, ma le aggiungo invece a quanto sopra, in caso mi serva per del pesce lesso. Ecco fatto: con poco ammattimento ho ottenuto un secondo sfizioso che , dopo i tortellini in brodo, abbiamo mangiato volentieri.

Certo non è una ricetta eccezionale, anche perché questa salsa, è conosciuta da moltissimi, credo... ma non avendo altre idee, ho raccontato un po' di me, in qualche modo, e poi mi piaceva tantissimo questa foto.

BUONA DOMENICA DALL'ELBA


.........Languido
si perde lo sguardo
annega il cuore
in un mare ricolmo di luce........



Buona Domenica a tutti!

Portoferraio: un tramonto d'inverno

sabato 8 gennaio 2011

PER SORRIDERE


La moglie è in villeggiatura al mare : riceve un telegramma dal marito:
"Perduto treno. Partirò dopodomani stessa ora".
La moglie risponde :" Se partirai alla stessa ora, lo perderai di nuovo"

Una signora non più giovanissima entra in farmacia e chiede al commesso:
"Avete qualcosa per le zampe d'oca?"

"Certamente, signora: abbiamo queste deliziose scarpine con il tacco alto!"
Il marito alla moglie:"Cara, alla mia camicia è rimasto un solo bottone"
E lei: "E lo dici a me? Non sei capace di staccarlo da solo?"


giovedì 6 gennaio 2011

CARA BEFANA.........


O Befana Befanina
fammi piena la calzina
non pensare ai capriccetti
porta bambole e confetti....


Già, c'era un tempo in cui cantavo questa canzoncina che mamma mi aveva insegnato... e c'era il tempo in cui io l'ho insegnata ai miei bimbi.... ora tutto è diverso ma posso ancora cercare di rivolgermi a quella cara vecchia Befanina e posso chiederle che, nella nostra calza di domani e dei giorni a venire, non lasci solamente il carbone che indubbiamente ci meritiamo, ma ci metta una dose molto abbondante di tutti quei sentimenti che si sono assopiti, così che riusciamo di nuovo ad apprezzare la magia di queste Festività e possiamo comprenderne il vero significato.
Quando si raggiunge una certa età, il Natale con tutte le feste che seguono, ci appare quasi come una difficoltà da superare: si pensa a come erano gli altri Natali, a tutte le persone che c'erano e che ora non sono più, e una infinita tristezza ci invade.. basterebbe riuscire a pensare, prima di ogni altra cosa, al senso religioso del Natale o dell'Epifania per trovare la giusta maniera di viverli...
chissà che non mi senta la nostra cara Befanina e che domani non porti ovunque un 'aria nuova.


Questo è anche il mio augurio per tutti: che domani ovunque si respiri una nuova aria e che i nostri oro, incenso e mirra siano pace, serenità e salute nel corpo ma soprattutto nell'anima.


martedì 4 gennaio 2011

GRAZIE!

Sì, voglio dire grazie a tutti coloro che mi hanno lasciato gli auguri sul blog, a chi me li ha inviati su Facebook e a chi mi ha raggiunto tramite mail, con cartoline carinissime e dolcissime immagini: non farò l'elenco perché coloro che mi hanno scritto lo sanno perfettamente.

Siete tutti molto cari e così affettuosi con me. Ho anche ricevuto due pacchetti, oltre quello di Lucia di cui ho già parlato... è arrivato un libro da parte di Sara, che ho molto gradito: è scritto da lei e quindi sarà una piacevole lettura. Grazie Sara, sei stata molto gentile. Poi è giunto un pacchetto di Lorena, in cui oltre al biglietto augurale e un CD con un programma fotografico, c'era un suo lavoro: gessetti profumati a forma di cuore, raccolti da un fiocco dorato che hanno trovato posto sul mio alberello: ci stanno proprio bene, dato che quest'anno era tutto oro e vetri trasparenti. Ti ringrazio Lorena, un pensiero davvero delicato.







Poi c'è ancora un pensiero da parte di
Lucia :
ha fatto per me uno schema - peyote
con l'immagine di Pallina!
Non è stupendo?







Ed ora mi porto qui il pensiero di
Gabe (Graziella) che spero mi doni la fortuna che lei augura!

E poi sono andata da Marta Minguella e da Stella :
da entrambe ho ricevuto queste rose splendide , in occasione della giornata internazionale I LOVE YOU.... voglio condividerle con tutti voi.







Così, con questi petali profumati e delicatamente colorati, vi auguro un 2011 ricco di tutto quello che ognuna di queste rose vuol simboleggiare.
Si è verificato un errore nel gadget