martedì 4 agosto 2015

CIAO EMILIETTA

 


Con te se ne va un po' di me, della mia vita di bimba, di adolescente e infine di donna: mi mancherà di non poter più ricordare insieme a te, momenti lontani vissuti dalle nostre famiglie.
La malattia ti derubava l'anima, giorno dopo giorno: ma c'erano quegli sprazzi di lucidità che rendevano ancora giustizia alla donna che eri stata.
Nonostante la tua mente vacillasse, insieme a me ricordavi la mia mamma...come era, tutto quello che amava fare, quello che diceva...."Eravamo come sorelle"dicevi e, talvolta, piangevi.  La consapevolezza che ancora avevi nel cuore la vostra amicizia era per me una gioia, mi dava un senso di benessere che certamente mi mancherà.
In qualche modo mi sembrava di offrirti un po' di serenità mostrandoti vecchie foto e rievocando con te episodi accumulati durante  i quasi sessant'anni di vicinato.
....ricordavi me piccolina e poi i miei bimbi; mia sorella e le sue bimbe....e sempre chiedevi notizie di loro: spesso ti ripetevi ma non m'importava se a te faceva bene .
E quanto ti rammaricavi che i miei figli fossero lontani e soprattutto Nanni...."troppo lontano"dicevi e con un sorriso ricordavi quella carezza che ti faceva quando ti salutava.
Voglio dimenticare gli sconvolgimenti dovuti alla malattia e ricordare i momenti sereni che ci sono stati.
Ora, finalmente , hai trovato pace e mi piace pensare e credere che hai incontrato mamma insieme alle persone a te care che sono mancate e di cui parlavi spesso volentieri.

Ciao cara Emilietta....grazie per l'affetto che mi hai dimostrato: ricordo con infinita simpatia quando mi regalasti il mio primo ombretto, o quando mi consolavi se , come ogni adolescente in crisi esistenziale, avevo qualche screzio con i miei genitori....o quando mi permettevi di fumare di nascosto una sigaretta.....

Grazie per l'affetto che fino all'ultimo hai avuto per la mia mamma e per quella nostalgia che avevi di lei.

Ho messo tra le tue mani, ormai fredde, un rosario: era di mamma   Avrai così qualcosa di lei, qualcosa di me....per sempre.



Si è verificato un errore nel gadget