lunedì 4 gennaio 2010

NOTTE DI NATALE


I suoi passi incerti, rompono il silenzio : la testa bassa, solo nel buio... e buio è anche il suo cuore.
Mesto, insegue i suoi fantasmi.
Pensa: oramai, nessuno più vive per lui: non un amico, non un contatto....nessun motivo per continuare quel suo vagare senza senso!
Potrebbe andare avanti, poco più avanti ....incontrerebbe il fiume e, nella notte, nessuno si accorgerebbe se entrasse in quelle acque gelide e se chiudesse gli occhi, così, semplicemente, per sempre. Finalmente: avrebbe fine la sua misera vita; non più rimpianti né tormenti..solo pace, e pace...infinita.

Non può più sopportare quel pensiero fisso, ricordare come appena un mese prima, in un colpo solo aveva perduto tutto il suo mondo: sua moglie, la sua adorata Angela e la loro Tina! Era ancora in ufficio quando aveva appreso dell'incidente: la moglie, insieme alla piccina, aveva deciso di andarlo ad aspettare all'uscita ...ma lungo la strada, un camion aveva travolto la loro macchina: l'urto, talmente violento, le aveva uccise all'istante.
Tutto era precipitato per lui ed ora non vede che scopo può avere la sua vita.
Ecco : il fiume..... tutto intorno c'è l'oscurità.... solo una piccola luce si riflette nell'acqua nera...istintivamente cerca da dove provenga quella luce; alza lo sguardo verso il cielo....si sente smarrito, per un attimo non si rende più conto di dove si trova poi, improvvisamente, torna sui suoi passi..... "Devo tornare a casa! - si dice - devo cercare..."

...quella grossa scatola azzurra: ricorda quando Angela l'aveva foderata:"Se la fodero di azzurro ci ricorderemo cosa contiene.."
Entra e per la prima volta, dopo tanti giorni, non fa caso al silenzio che vi abita: va diretto verso l'armadio; la scatola è lì... la apre: ecco la capanna... e il bue, l'asinello e il pastorello che la sua bimba preferiva ad altri....in breve il piccolo presepe riprende vita! poi vede l'alberello
... confuso lo prende... lo poggia a terra e poi....
" Le mie lacrime saranno gocce d'argento, i ricordi saranno le sfere dorate, per le ghirlande userò i miei pensieri buoni e per stella.... metterò quella che poco fa ho visto nel fiume! brillava dal cielo così forte che ha illuminato il mio cuore ... !" ora, nel suo cuore ringrazia Gesù: sente che è rinato dentro di lui! sente che Angela è là al suo fianco e che lo sarà per sempre....e sa che Tina ora è felice, perché di nuovo , con il Natale, è tornata a vivere nella sua casa
...

24 commenti:

  1. Ciao cara Paola,nella lettura del tuo scritto ho ricevuto una forte emozione,grazie,ho i brividi per questa lettura,di grande significato e insegnamento,complimenti.
    Buona serata,e grazie del premio.
    Un bacino.

    RispondiElimina
  2. Un piacevole racconto, tanto per cominciare bene l'anno.
    buona serata!

    RispondiElimina
  3. Paola mi hai commossa terribilmente...
    Baci

    RispondiElimina
  4. Cara Paola,bellissimo racconto
    molto commovente avevo paura di
    leggere la fine.un abbraccio
    nonna Gianna.

    RispondiElimina
  5. Cara Paola, hai fatto rivivere una situazione che sembra vera, come se parlassi di persone che hai conosciuto...
    Non c'è mai un buio così profondo da cui non trapeli neppure un piccolo riflesso di luce; Non sarebbe umanamente sostenibile, ed ecco che ci viene in soccorso una Persona che si è fatto Bambino come noi...per indicarci la strada ad essere come Lui!

    RispondiElimina
  6. Ciao Paola.
    Un racconto emozionante che mi ha fatto salire il cuore in gola per l'emozione.
    Stavo per piangere con l'uomo del racconto...
    Per fortuna non siamo mai soli!
    (Anche se non voglio neanche pensare al dolore che si prova in certe situazioni...non credo di essere così forte).
    Un abbraccio.
    Nunzia

    RispondiElimina
  7. Un caro saluto da parte mia Paola.
    Grazie per il tuo dono, lo gradito moltissimo e lo aggiunto. Un abbraccio ed a presto. ciao

    RispondiElimina
  8. ***Achab, grazie caro amico, sono lieta che ti sia piaciuto. Bacione

    ***Angelo, vero! meglio iniziare pensando positivo.. Buona giornata!

    ***Stellina, ti abbraccio: grazie, amica mia.

    ***Cara Gianna, grazie anche a te: non devi aver paura,baci e un caro pensiero a Sara

    ***Sirio,no, non conoscevo nessuno, ma ho pensato cosa sarebbe accaduto a mio padre difronte a una simile tragedia...e comunque è vero, trovare una luce, anche piccola, aiuta a ritrovare se stessi.Buona giornata

    ***Nunzia,ciao! hai ragione: non siamo mai soli, ma come dici tu, anch'io non so se ce la farei ad affrontare qualcosa del genere..
    Un bacio

    ***Ti saluto cara Rosa, lieta di averti fatto piacere. Bacioni

    RispondiElimina
  9. potrebbe essere una storia vera...una delle tante,drammatiche che si sentono dovunque, ormai.
    Invece questa volta il finale è stato diverso.
    Auguri di buon epifania
    Lucia

    RispondiElimina
  10. Mi hai commossa... dei versi delicati da avvolgere il cuore... è ciò di cui abbiamo bisogno per iniziare l'anno... grazie!!!
    Cara Paola di nulla...è ciò che meriti!!!
    Domani se ti aggrada passa da me prima "polvere di stelle" (leggi) e poi nello "scrigno dei tesori"... magari trovi qualcosina... hehehehe
    Ciao dolcissima serata... un abbraccio

    RispondiElimina
  11. ***Sì Lucia, potrebbe essere una storia vera una di quelle il cui finale però spesso è diverso e molto triste! Auguriamoci che la Speranza non ci abbandoni mai.
    Ti abbraccio

    ***Ciao Paola, iniziare l'anno con qualcosa di positivo fa bene... grazie della visita e ora vengo a vedere ...Bacione

    RispondiElimina
  12. Paola con questo tuo racconto il mio cuore ha susultato d'emozione.

    Un abbraccio e buona Epifania!

    RispondiElimina
  13. Buona Epifania , Paola!!!

    Il tuo racconto è triste e commovente . Fortunatamente l'essere umano ha così tante risorse che riesce a superare anche le tragedie più terribili .
    Un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  14. Una lettura, che da speranza, che non tutto finisce
    Sempre in alto nei nostri cuori
    la speranza illumina i cuiri e da riposo al dolore-
    Buona epifania
    Ti bacio, ciao!

    RispondiElimina
  15. questo racconto natalizio rattrista e riscalda allo stesso tempo... ci fa capire che chi amiamo non ci abbandona perché l'amore che abbiamo provato non scompare ma anzi può aiutarci ad avere fede.
    bellissimo post!

    RispondiElimina
  16. Un racconto delicatissimo, sensibile. Davvero molto bello. Brava Paola. Mi hai emozionata.
    Grazie per il tuo dono.

    RispondiElimina
  17. ciao Paola..sempre brava la Nostra scrittrice, racconto bellissimo ed emozionante.
    buona serata.

    RispondiElimina
  18. Ciao cara Paola grazie... buon weekend anche a te e che sia splendido!!!
    Un abbraccio e baciotto!!!

    RispondiElimina
  19. Paola,se potessi disporre di più tempo!Eppure tra una cosa e l'altra,mi riduco che rubo tempo al sonno....
    Volevo chiederti una cosa,spero mi potrai rispondere.
    Tanti anni fa,nel 1993,esattamente venni all'Isola D'Elba e lì al porto di Portofferraio,comprammo una torta salata,con delle olive verdi come ripieno.Ma c'era anche un altro ingredienti che però non ho mai saputo cosa fosse.Dopo tanti anni,quella torta la ricordo ancora....Adesso,non so se è ancora in produzione,ma tu sapresti dirmi che cosa c'è all'interno e se hai per caso la ricetta o come posso rintracciarla su internet?Mi piacerebbe mangiarla di nuovo!
    Grazie di tutto,baci Lucia

    RispondiElimina
  20. Passata per augurarti buon W.E., se hai piacere puoi ritirare la cartolina...e un dono per tutti voi!
    ✿Alexia✿

    RispondiElimina
  21. ciao Paola, buon inizio settimana.

    il blog "i colori della vita" che non riesci ad entrare lo rimosso.
    ho aperto
    http://dituttounpo-pm.blogspot.com

    RispondiElimina
  22. Ciao Paola, buona giornata..qui giornata bellissima ma freddissima!

    RispondiElimina
  23. Carissimi Gabry, Paola(di Benvenuti),Rosy,Pupottina,Serenella,
    Adamus,Paola (di Polvere di Stelle)Lucia,Alexia, Pierangela e ancora Adamus,
    scusatemi se non ho risposto prima. Sono stata alquanto latitante: ultimamente mi procurava una certa fatica stare al computer. Vedrò di rimediare venendovi a trovare. la vostra presenza, nonostante ciò, è per me fonte di immenso piacere.
    Vi abbraccio con affetto.

    RispondiElimina
  24. Solo un saluto ed un abbraccio!

    RispondiElimina

Sono felice di accogliere chi mi porta un sorriso o anche un semplice "ciao": è sempre il benvenuto nel mio "Mondo"....
Se qualcuno non è registrato e vuol lasciarmi un suo commento...basta che, una volta scritto quanto desidera dire e una volta che si è firmato, clicchi su anonimo e poi su PUBBLICA ...

Si è verificato un errore nel gadget