lunedì 1 dicembre 2008

** VANITA' **


Vanità
d'inseguire chimere perdute
su ali di farfalla
svanite nel nulla,
dimenticate.

Vivere di strane apparenze,
di sapori dolciastri,
di languidi odori
esalanti veleno.

Morire nel sogno vano
di falsi amori...
lasciarsi inghiottire
da specchi mendaci...
bearsi di lodi
e crederle vere..
inutilmente rapiti
da vane illusioni.
Poesia del 1974- "Vanità" dipinto nel 2004

Che cosa è la vanità? con questo vocabolo si può intendere inutilità,infondatezza, oppure
leggerezza, fatuità: in entrambi i casi ha un significato a parer mio alquanto negativo...essere succubi della vanità è sempre sbagliato: vorrei altri pareri da parte dei miei lettori.
???????????????????????????????
°°°°°°°°°

22 commenti:

  1. ciao paola, io penso che vanità sia anche sinonimo di superficialità,che ti porta a non apprezzare le cose più belle della vita, i sentimenti più profondi, perchè si è presi da tutto ciò che è esteriore, che appare, ma fondamentalmente non da nulla!
    ho mille pensieri che non riesco ad esprimere, comunque ti faccio i complimenti per il tuo bel disegno, un bacio e buona giornata, imma

    RispondiElimina
  2. Ci sono diversi tipi di vanità..il primo è la vanità del corpo
    La seconda è quella della mente. La terza è quella dell'anima, ti sembrerà strano ma anche l'anima ha una sua vanità..tu mi dirai No l'anima non è vanitosa..hai ragione!

    E' la vanità della mente di chi giudica, che fa male, quella del cuore e dell'anima sono "vanità" che non fanno male a nessuno

    Il pavone con le sue meravigliose penne che si aprono è uno spettacolo che la natura ci offre...e noi uomini crediamo che lui si pavoneggia..stupendo il tuo dipinto. Complimenti!
    Bacio e buona giornata

    RispondiElimina
  3. Se non si diventa schiavi della vanita'..un pizzico non guasta!!
    p.s. ho avuto problemi col gadget di google dei lettori ora sembra tutto ok.
    Un saluto Dual.

    RispondiElimina
  4. Paola
    Che dirti sulla vanità,
    noi donne almeno da ragazze tutte lo siamo state un pò vanitose e direi che nei limiti possibili non guasta.
    Direi che fa anche bene ..non esagerando s'intende.

    Ad ognuno di di noi fa piacere vedere una persona curata, carina, ma l'importante che queste persone che si definiscono vanitose devono fare attenzione a non inseguire ciecamente degli ideali non" reali" come quelle immagine che ci vengono sempre proposte dalle modelle in passerelle.

    Quando cammino per le strade e guardo delle belle ragazze cicciottelle le trovo radiose , simpatiche, perchè si amano e si accettano come sono, al contrario di quelle magre che hanno sempre un espressione triste, ecco!! io preferisco quelle in carne.
    Leggendo il tuo blog mi sono ricordata che in famiglia da sempre mi dicevano sempre:" Come sei vanitosa" a me suonava sempre come un rimprovero o addirittura ........un offesa , allora scrissi nel mio diario dei versi ,l'ho cercato e trovato, ed e questo .....

    LINA LA " VANITOSA"

    Sono "vanitosa" e non lo nego, ma sono "vanitosi" anche gli eroi . Sono "Vanitosa" non dei miei vestiti ,dei miei capelli, ma del mio cuore ...generoso , delle mie mani operose, della mia purezza e della mia nobiltà d'animo .

    Sono troppo "vanitosa" per piegarmi a un gesto meschino , troppo " vanitosa" per dire una parola o fare un gesto scortese,
    La mia "vanità " e cortigiana di tutti .
    si inchina e tende la mano al primo che passa per l'imosinare un bravo o per un pò d'affetto . Lei è incerta di se stessa , e sempre paurosa e insucura.

    Ed io anche essento "vanitosa" mi vanto di essere una gentildonna retta e.onesta, in questo moldo
    di......... furfanti,
    e vi dico:
    Amiche mie , venite!!!!venite!!!
    siamo insieme tutti "vanitosi", teniamoci per mano e aiutiamoci l'un l'altro ad accrescere la nostra
    " VANITA'"

    Che ne dici Paola , la posto?
    BE!! ciao e buon pomeriggio
    Lina

    RispondiElimina
  5. Si confonde spesso la vanità con l'arroganza.
    Vanitosi lo siamo un po' tutti ed in quest'ottica non la vedo come un difetto, ma piuttosto uno stimolo a piacere di più.
    L'eccesso invece è un vero difetto, che delle volte può nascondere insicurezza o una falsa percezione di ciò che siamo o non siamo e cosa veramente conta nella nostra vita.
    Un saluto e buona serata Paola.

    RispondiElimina
  6. vanità è forse quando pensiamo solo a valorizzare i nostri pregi senza considerare i nostri difetti, è la forma lieve dellì arroganza!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Paola, lo so, lascio raramente commenti da te ma passo a leggere sempre tutto, sai! È che spesso sul momento non mi viene da dire nulla di più, tutto è così compiuto in quello che scrivi che mi sembrerebbe di venire tanto per... Invece mi piace farlo ogni volta, ed ogni volta torno con piacere, ti ascolto, sorrido o mi rattristo o rifletto... Ma cosa aggiungere a volte??? Spero che senti la mia vicinanza anche nel silenzio... Un grande e silenzioso abbraccio, Cathy

    RispondiElimina
  8. La vanità mi fa pensare solo alla cura e all'attenzione per qualcosa e di esteriore e di puramente effimero. Tipica di chi è concentrato solo su se stesso. Magari mi sbaglio. Comunque la vanità non mi piace. Curare se stessi, nella mente e nel corpo è giusto, lecito. Esagerare, pavoneggiarsi, no.Lindy-serenella

    RispondiElimina
  9. Ho letto questi commenti con molto interesse e piacere.
    Siete stati tutti molto esaurienti analizzando le varie sfaccettature della vanità. Lina: penso proprio che tu la debba postare la poesia...
    Comunque la pensiamo un po' tutti nello stesso modo, più o meno.
    L'importante è non esagerare mai nell'essere vanitosi o leggeri, perché basta poco per farci sfociare nell'arroganza, nella vanagloria, nella presunzione.

    Vi abbraccio tutti:
    Imma,Rosy,Dual,Lina,Gabry,Fr.Vento, Fata Bislacca( stai certa, che ti sento...), Lindy, grazie per la vostra partecipazione.
    A domani.

    RispondiElimina
  10. Quando non è esagerata -come tutto del resto- non fa male a nessuno, ma quando diventa arroganza, presunzione e superficialità eh, allora sì che fa paura... paura perchè contro certe cose non puoi combattere...
    fin da piccola mia madre mi ha ripetuto una frase "chi si loda si imbroda..."

    Un abbraccio Paola, a presto

    Maria Rosa

    RispondiElimina
  11. Buongiorno, Maria Rosa: anch'io l'ho sentito dire fin da piccina...e poi mi dicevano anche che non si deve strafare mai in nessuna cosa:ho sempre cercato di tener presente che "in medio veritas" ed ho agito di conseguenza.
    Un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
  12. Paola cara ,ti sarai accorta che nello scrivere sono sintetica,pertanto ti dico solo ed è la verità, che condivido in pieno il tuo significato sulla vanità. Io in un post l'avevo abbinata a superbia: vanità e superbia.

    Dipingi anche?

    Sei una vera artista!

    Complimenti!

    RispondiElimina
  13. Grazie Stella: bastano anche poche parole, non ti preoccupare, poche ma buone. Grazie per "l'artista"ma non esageriamo.
    Ti abbraccio, un bacione.

    RispondiElimina
  14. Paola, la modestia è una grande virtù,ma io ho scritto ciò che penso.

    RispondiElimina
  15. Vedi Paola..forse il mo pensiero esce un poco fuori dallo standard comune o forse sono solo io che non vedo niente mai completamente negativo.
    Se essere vanitosi significa "esibire" (anche con ostentazione) ciò che di più bello si ha dentro credo che non possa essere negativo.
    Siamo tutti un pò vanitosi, pur esprimendoci in maniera diversa..
    la tua poesia è molto bella e profonda e lo è anche il quadro..
    ma se ci pensi bene..anche questa è vanità..ma come capirai è una vanità positiva, nulla a che fare con la negatività che di solito abbiniamo al termine.
    Quando io faccio qualcosa che mi gratifica tanto o elargisco complimenti, sono sincera Paola ma in fondo, un briciolo di sana vanità che io abbino alla felicità e alla gioia..c'è sempre (e ne faccio partecipi gli altri che hanno tutto il diritto di essere vanitosi) anche se magari manco me ne rendo conto ^_^
    La vanità non l'associo mai alla presunzione o alla superbia..stanno in due mondi diversi ^_^ l'importante è essere umili e modesti (ma anche qui ironicamente un pizzico di sana immodestia a volte non guasta:))
    Ciao cara Paola, buona giornata dalla musa Calliope, ogni tanto un poco vanitosa :)))
    Un abbraccio ed un bacio

    RispondiElimina
  16. Ciao cara Calliope! ritengo che la vanità di cui tu parli e che pensi di possedere, e che un po' tutti abbiamo,non è negativa e non sfocia mai nell'arroganza....è quella giusta dose che non guasta! la vanità intesa come inutilità, quasi sempre è negativa, ma se si parla di vanità in altro senso, anch'io, come già ho detto , ritengo che se ne possa usare senza mai esagerare.Del resto, quando si è spontanei e profondamente sinceri di cuore, difficilmente si fa mostra di noi stessi in modo presuntuoso.
    Grazie del tempo che mi hai dedicato e un bacione.

    RispondiElimina
  17. Paola carissima

    Lina la " VANITOSA" la posto dopo le S.Feste Natalizie perchè le poesie di Natale sono più indicate in questo periodo,

    ne ho tantissime ,immagino anche te che bei versi o pensieri posterai .. ti terrò sempre d'occhio stanne certa..... . sono certa che non deluderai nessuno ......sei una vera poetessa
    Grazie per esserti ricordata di me!
    Ti saluto con tanto affetto .Lina
    P.S.
    (ho trovato molto bello e positivo il commento di CALLIOPE )

    RispondiElimina
  18. Ciao Paola. Ho letto alcuni commenti e mi piace la sincerità di Calliope...la conosco, lei è una guerriera e dice sempre quello che pensa. Call...va tutto bene. La tua non è vanità o ostentazione. Hai le capacità e mostri quello che sai fare nel modo migliore. Sai quante persone si autolodano? ( Che strana parola, m'è venuta) E quella è vanagloria, presunzione...
    Scusa Paola, ma l'argomento "prende". Grazie per essere passata da Maremè. Buona serata. Lindy-serenella

    RispondiElimina
  19. Certo cara Lina, hai ragione, ora dobbiamo lasciarci ispirare dall'aria di Natale....ancora non sono nello spirito giusto, ma...spero di riuscire a cacciare certe malinconie che ad ogni Natale si rinnovano.
    Cara Lindy, anch'io la sento la sincerità di Calliope: e comunque, condivido il suo pensiero, infatti, come ho detto anche a lei, la spontaneità e la sincerità contano moltissimo in ogni nostro gesto, e non si rischia né arroganza né presunzione.
    Siete state tutte molto carine a partecipare a questa conversazione:
    vi ringrazio abbracciandovi tutte con tanto affetto.A presto!

    RispondiElimina
  20. Ciao Paola, ho letto la tua bellissima poesia già da qualche giorno , ma non ho avuto il tempo di esprimere la mia opinione .
    La vanità per me è un'eccessiva OSTENTAZIONE di bellezza, potere , ricchezza, status simbol, capacità
    ecc. , dimostrare a volte quello che non si è e raggiungerlo passando sopra tutto e tutti . La vanità eccessiva può scaturire anche da una rivalsa nei confronti di qualcuno che ti ha disprezzato e a lungo emarginato , può dipendere dall'ambizione ,oppure dal carattere e dalla personalità di ciascuno di noi . Il vanitoso eccessivo non guarda in faccia nessuno per raggiungere il proprio obiettivo e quando lo raggiunge sta già pensando di raggiungerne un altro prevaricando . Ti consiglio di vedere il film "L'avvocato del diavolo" , tupendo e incentrato proprio sulla vanità.Un pizzico di vanità l'abbiamo un pò tutti , ma penso che quella sia una forma che non danneggia nessuno , è fine a se stessa ed è solo per soddisfare il nostro bisogno di essere giudicati positivamente dagli altri , e quindi di essere gratificati con un complimento o quant'altro.

    RispondiElimina
  21. Mi sono dimenticata di salutarti e dirti che anche io ti aspetto per continuare , anche se a fasi alterne , le nostre conversazioni virtuali.
    Un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  22. Cara Paola, solo oggi vedo questo commento...o per lo meno, se lo avevo letto quando lo,hai scritto, forse ti ho risposto per mail...non ricordo.
    All'epoca non avevo l'abitudine di iscrivermi a mail e quindi non ricevevo i commenti via mail.
    Non ti ho più sentita e mi dispiace!
    Spero tu stia bene e che, un giorno o l'altro ci possiamo rivedere o meglio, rileggerci.
    Ti abbraccio e non ti ho dimenticata.

    RispondiElimina

Sono felice di accogliere chi mi porta un sorriso o anche un semplice "ciao": è sempre il benvenuto nel mio "Mondo"....
Se qualcuno non è registrato e vuol lasciarmi un suo commento...basta che, una volta scritto quanto desidera dire e una volta che si è firmato, clicchi su anonimo e poi su PUBBLICA ...

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.