martedì 21 luglio 2009


HO ACCETTATO L'INVITO DI MIRYAM AD AIUTARE ORNELLA, LA MAMMA DI NIKI, A TROVARE LA GIUSTIZIA: INVITO COLORO CHE MI LEGGONO A FARE ALTRETTANTO ( SOLO NATURALMENTE SE FA LORO PIACERE)
La preghiera è di postare questa e-mail da inviare (singolarmente) nei vostri blog, è importantissimo che arrivino il maggior numero di e-mail per ottenere qualche risultato!! Lavoriamo insieme, facciamo sentire la "forza della rete"!! Il Comitato Verità e Giustizia per Niki Aprile Gatti *************************** L'APPELLO DI ORNELLA,madre di NIKI(clicca per collegarti al suo blog,copia ed incolla la lettera o dal suo blog oppure da qui sotto ed inviala QUI)
Facciamolo per la Verità e la Giustizia del mio adorato Niki, ma facciamolo anche per i tanti ragazzi e non, che attualmente sono lì dentro, in condizioni indescrivibili!! Vi prego di leggere questa lettera scritta dalle Detenute di Rebibbia di Roma Sezione di Alta Sicurezza solo per farVi capire come sia importante la nostra voce da "Fuori".....

".....Ci dicono sempre che non è il momento, che nessuno è interessato ai diritti delle persone detenute, eppure vogliamo continuare a farci sentire sapendo bene che le nostre voci, da sole, possono ben poco, se non riusciamo a sensibilizzare coloro che sono fuori da queste mura...."

Dimostriamo con la Civiltà che ha sempre distinto persone come noi, che non è così!!!


E poi Vi prego leggete questo che ho trovato su internet (dopo averlo letto mi sono sentita male...) , non ho trovato nulla però che dicesse come è andata a finire questa denuncia delle Associazioni.

Vi prego non voltiamo nuovamente la testa, alziamola fieri e degni e diamoci da fare affinchè certe cose non avvengano piu', immaginate certi episodi attuati con un detenuto (es. Sandro Pertini) che poi ha guidato una Nazione nel migliore dei modi ed è stato Amato profondamente da tutti gli Italiani???

"Istruitevi, perché abbiamo bisogno di tutta la vostra intelligenza; organizzatevi, perché abbiamo bisogno di tutta la vostra forza." Antonio Gramsci

FACCIAMOCI SENTIRE INVIAMONE TANTISSIME!!!!
Anche alla luce di quello che è avvenuto ieri, 17° anniversario della strage di Via D'Amelio, la mafia parla e lo Stato tace.
Ecco la letteta
Oggetto: ISPEZIONE CARCERE DI SOLLICCIANO –FI-Al Ministro della Giustizia
On. Angelino Alfano
E per conoscenza
Onorevole Ministro della Salute, del lavoro e delle politiche sociali, Onorevole Ministro dell'ambiente e della tutela del Territorio, Onorevole Ministro Delle Pari Opportunità.
Onorevole Ministro Angelino Alfano,
chi le scrive è un cittadino italiano che non può rimanere inerme di fronte alle notizie allarmanti diffuse sulla Casa Circondariale di Sollicciano (Firenze).
Nell’arco di poco più di un mese sono morti piu’ di tre detenuti, ma questi che Le elenco sono “da accertare”:
24/04/2009 IHSSANE FAKHEDINE DI ANNI 30 CAUSA “DA ACCERTARE” 11/06/2009 ANNA NUVOLONI DI ANNI 40 CAUSA “DA ACCERTARE” 07/07/2009 DETENUTA DI PISA DI 27 ANNI CAUSA “DA ACCERTARE”
A queste terrificanti notizie mi preme aggiungere e sottolineare il caso di Niki Aprile Gatti , morto il 24 giugno 2008 sempre nel carcere di Sollicciano in circostanze sospette e tutte da chiarire.
Niki Aprile Gatti era incensurato ed era in CUSTODIA CAUTELARE!
La madre Gemini Ornella, nel tentativo di fare chiarezza, ha scritto al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano(pregandolo di attenzionare Lei), è aperto presso il Tribunale di Firenze un procedimento di opposizione all'Archiviazione per “suicidio” ed inoltre è stata inoltrata un’ Interrogazione Parlamentare, i cui dati vengono di seguito riportati.Seduta di annuncio:
INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE 5/01301
Dati di presentazione dell'atto Legislatura:Seduta di annuncio N.162 del 20/04/2009
FirmatariPrimo firmatario:CONCIA ANNAPAOLA
Gruppo:PARTITO DEMOCRATICO
Datafirma: 20/04/2009
Commissione assegnataria: IICOMMISSIONE(GIUSTIZIA)Destinatari
Ministero destinatario:MINISTERO DELLA GIUSTIZIA
Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELLA GIUSTIZIA delegato in data 20/04/2009Stato iter:IN CORSO
Si può tacere di fronte alla morte di un ragazzo? Si può tacere davanti a morti classificate “da accertare”?
Onorevole Ministro,
nessuno ha risposto! Anche Lei non ha risposto all’interrogazione Parlamentare! Le Istituzioni tacciono … e il silenzio,a distanza di un anno,comincia ad essere eloquente!
Le chiedo formalmente di ricercare le responsabilità e chiarire le tante incongruenze divenute dolorose per famiglie che attendono la Verità!
La situazione di Sollicciano ,oltre all’anomalia delle morti da accertare, le quali si ripetono ciclicamente, è grave anche per la capienza tollerata, perché è stata abbondantemente superata, costringendo i ristretti a condizioni di vita in cui i diritti umani fondamentali vengono ignorati.Al sovraffollamento si accompagnano altre carenze che non sono degne di un Paese civile. (ricordiamo la frase di K. Popper “Il grado di civilta' di un Paese si misura dalle condizioni delle sue carceri” )
Ritengo,pertanto, necessario dover sottoporre nuovamente e con rinnovata urgenza, alla Sua attenzione, il caso di questo giovane Niki Aprile Gatti (è ormai trascorso piu’ di un anno per la sua famiglia…),augurandomi che Lei voglia prendere in considerazione con la tempestività che indubbiamente merita, questa incresciosa situazione.
A seguito di queste considerazioni, che sono certo da Lei condivise, Le chiedo quindi di intraprendere con urgenza tutte le iniziative necessarie affinché il nostro paese possa così colmare il ritardo che lo sta caratterizzando nell’accertamento della verità e nell’applicazione della giustizia.
Le chiedo di intervenire innanzitutto a tutela della garanzia dei “diritti delle persone” che si trovano nelle nostre carceri, ed in particolare date le estreme condizioni in cui verte, Sollicciano, del personale che vi opera, e per sollecitare azioni efficaci rispetto alle tante criticità presenti. In riferimento alle notizie sul carcere di Sollicciano, Le chiedo, con urgenza, una specifica ispezione per verificare le condizioni dei detenuti che, solo per il fatto di essere ristretti,non cessano di essere prima di tutto “esseri umani” e in quanto tali portatori di diritti umani!
Compito di questa Ispezione che Le chiedo, non è avvalorare o smentire una tesi, ma stabilire la Verità.
Voglio ricordare quello che disse l’Onorevole Sandro Pertini, che in galera passò lunghi anni:
-“ Ricordatevi quando avete a che fare con un detenuto, che molte volte avete davanti una persona migliore di quanto non lo siete voi.”
Confidando nell’accoglimento di questa mia richiesta, resto in attesa di un Suo cortese riscontro.
Con deferenti cordiali saluti e ossequi.
(nome e cognome)

16 commenti:

  1. Grazie Paola!
    Lo sapevo che tu avresti accettato, sei una persona speciale e sensibile.
    E poi hai molti lettori e commentatori e, da quello che a volte ho letto,sono tutti altrettanto speciali.
    Sicuramente aiuteranno questa mamma che ne ha davvero bisogno.
    E' un caso umano oltre che etico e civico.
    Un bacione!

    RispondiElimina
  2. ciao Paola ,
    ho spdito anch'io la lettera...speriamo di smuovere le acque


    se passi da me c'è qualcosa che ti aspetta...
    buonanotte

    RispondiElimina
  3. Ciao Paola...
    Conosco Ornella, la mamma di Niki da qualche tempo e ho sul mio blog il banner "Giustizia per Niki" da qualche tempo.
    Lei è una donna e una mamma che non lascia indifferente il cuore di chi la incontra.
    Adesso, poi, che il suo caso si collega a questa orrenda vergogna del trattamento disumano riservato a chi entra a Sollicciano...
    Credo che uno Stato di diritto dovrebbe per primo voler risposte e trasmetterle ai cittadini.
    Ti abbraccio e ti auguro buona giornata!

    RispondiElimina
  4. ciao Paola, sono anch'io d'accordo
    di aiutare Ornella avere giustizia,ho incaricato Adamus di
    farlo per me,Un caro saluto e
    buona giornata nonna di Sara..

    RispondiElimina
  5. Grazie Paola,
    grazie di cuore!
    Ti abbraccio e ti mando
    un grandissimo bacio
    (ne stanno inviando tantissime!!
    speriamo.....)
    Ornella

    RispondiElimina
  6. Penso di pubblicare anch'io questo appello.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  7. Prima o poi le Verità si faranno strada nel cuore degli uomini.
    La vera forza e la sinergica giusdtevole volontà di manifestare la VERA GIUSTIZIA in questo mondo delle apparenze dove l'ingiustizia regna sovrana.
    CHE SIA L'AMORE A FAR SPARIRE OGNI MALE CHE OPPRIME INGIUSTAMENTE TANTI MERAVIGLIOSI ESSERI DAL GRANDE CUORE E DALLO SPIRTITO DI VERA' GIUSTA LIBERTA'.

    Carissima Paola non dico altro perchè anche il tuo meraviglioso cuore sa e capisce cosa bisogna fare per manifestare l'immenso AMORE.

    Affettuosamente
    Raffaele

    RispondiElimina
  8. ***Miryam, non è stata una fatica, anzi, sono felice di aver dato il mio contributo. Non sono speciale, ma di una cosa sono certa: le persone che frequentano il mio "Mondo"sono veramente speciali e tu fai parte di loro.Un bacio

    ***Pasticcino: lo spero con tutto il cuore: è da tanto che questa mamma aspetta che qualcosa si smuova finalmente...e sarebbe ora che accadesse! Vengo a vedere da te, appena finisco di rispondervi.
    Ti abbraccio

    ***Kaishe:sì , avevo notato il banner "Giustizia per Niki" e non vorrei sbagliarmi ma, mi sembra che la prima volta che ho saputo di questo triste evento è stato proprio tramite il tuo blog.
    Speriamo di ottenere quanto di meglio.
    Un caro saluto e tanti baci.

    ***Sara: ciao Gianna, mi sono accorta della tua richiesta ad Adamus.Un po' di solidarietà non può fare che bene.
    Ti abbraccio.

    ***Ornella carissima, spero che il mio aiuto insieme a quelo di tanti altri blogger, prima o poi ottenga quello che tu aspetti. Ti ho nel cuore, già da tempo e il tuo dolore mi fa soffrire.
    Ti abbraccio e speriamo in bene!

    ***Serenella:ciao Lindy, saggia decisione la tua.
    Un bacio anche a te

    ***Raffaele: le tue parole mi sono care, come sempre: possa veramente l'amore compiere il miracolo di far trionfare il bene su ogni male.
    Ti saluto con affetto.

    Buonanotte a tutti

    RispondiElimina
  9. Tempo fa aderii alla richiesta della mamma di Niki , e questa nuova richiesta apparsa sul tuo blog quello di Adamus e di Drummer mi fa capire che ancora nulla è cambiato.
    Spero tanto che questa volta qualcosa possa smuovere le acque e la verità affiorare.

    Un saluto e buona giornata Paola!

    RispondiElimina
  10. ***Gabry: anche a me è capitato tempo fa! aderii ad un'altra iniziativa per aiutare Ornella... speriamo che questa volta vada meglio.
    Ciao e Buona giornata a te e alla tua mamma

    RispondiElimina
  11. Ciao Paola, per Ornella mi sono sempre attivata subito...
    In questo frangente ero via, ma domani provvederò.
    Baci

    RispondiElimina
  12. Ciao Stellina: l'importante è provare a cercare di fare ottenere un risultato a Ornella.
    Ben tornata e un abbraccio grande.

    RispondiElimina
  13. Ciao Paola sono daccordo con te nell'aiutare questa mamma anche se non la conosco, buon fine settimana un'abbraccio Olimpia.

    RispondiElimina
  14. Ciao Olimpia, ti ringrazio e, se vorrai anche tu contribuire, ti ringrazio anche per Ornella.
    Un bacione e buona domenica

    26 luglio 2009 12.00

    RispondiElimina
  15. Cara Paola x caso arrivata nel tuo blog.. commovente il appello, ho letto e aderito nel mio blog. Un sincero AUGURI alla mamma di Niki.. ed e vero... la catena di e-mail servono! Una serena buona notte a voi, Lisa

    RispondiElimina
  16. ***Lisa:sono felice di riceverti nel mio mondo e sono lieta che tu abbia aderito all'iniziativa di cui si parla in questo post.
    Sono venuta a trovarti e ho visto che hai molti blog. Ci conosceremo piano piano. Serena notte anche a te.

    RispondiElimina

Sono felice di accogliere chi mi porta un sorriso o anche un semplice "ciao": è sempre il benvenuto nel mio "Mondo"....
Se qualcuno non è registrato e vuol lasciarmi un suo commento...basta che, una volta scritto quanto desidera dire e una volta che si è firmato, clicchi su anonimo e poi su PUBBLICA ...

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.