venerdì 2 novembre 2012

PER SEMPRE CON ME

Non con un fiore
potrò ridarvi la vita
né un cero, ai vostri occhi
ridarà la luce
 
Ma il ricordo.....
......il ricordo che, sempre
alberga nella mia mente
......il ricordo indelebile
di una voce
di una carezza
di un sorriso.....
quel ricordo
giorno dopo giorno
........
continua .....
a farvi vivere nel mio cuore

Poesia del 2/novembre/2012


Con infinita nostalgia ricordo quando il 2 novembre, per mano ai miei genitori, visitavo i due Cimiteri del mio paese...ero una bambina e quasi mi sembrava di sfogliare un enorme album. 
Vedevo tante foto di persone che mai avevo conosciuto ma che conoscevano i miei e chiedevo, chiedevo ... volevo sapere chi fosse quel bambino o quel signore anziano o quella signora ancora giovane... e la mamma , mi raccontava: spesso la sua voce era accorata e mi rendevo conto che provava dolore per quella o l'altra persona.
Ancora non era morto nessuno che conoscessi e, in me esisteva quella certa incoscienza fanciullesca di quanto  dura può essere la vita. 
Nella settimana precedente il due novembre, la mamma metteva sul suo comodino le immagini delle persone scomparse, care a lei e al mio babbo , e teneva accesa, giorno e notte una piccola luce..ogni giorno mi recavo a guardarle , con un certo timore ma con molto rispetto:  piano piano imparai che la bella signora col cappellino era zia Maria; il signore distinto e ben vestito era il mio nonno Gennarino, e poi c'era Gelindino di appena 2 anni, e i nonni di mamma, un suo cugino morto giovanissimo, e così via... ma così imparavo ad amare quelle persone mai conosciute, a ricordarle  e a inviare loro una preghiera.
In questo modo la mia mamma mi insegnava a pensare alle persone che non ci sono più e a ricordarle, sempre.
 Ora che  persone a me assai  care  sono scomparse, visitare il cimitero non è più come sfogliare un grande album, ma è un momento di immensa tristezza, di scoramento  e di tanta pena.... non ho più lo spirito di quella bambina che, curiosa, chiedeva.
E devo dire che non ci vado molto spesso; ma non passa  giorno, in cui non ricordi i miei cari , soprattutto   mio padre e mia madre: in ogni momento rivolgo loro il mio pensiero e li ho vicini, più di prima. 
Del resto penso che  non solo oggi ci dobbiamo ricordare di chi non è più, perché solo mantenendo vivo il loro ricordo, manteniamo in vita loro stessi.... e non servono fiori o lumi... ma l'amore con cui li abbiamo amati quando erano in vita  e la consapevolezza di quanto  da loro abbiamo ricevuto e continuiamo a ricevere.

75 commenti:

  1. Sì, non solo oggi, Paola, hai ragione. Da piccola io davo la mano a mia nonna e chiedevo...chiedevo...Lei con molta semplicità rispondeva....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Sandra! Il discorso che si ripete ad ogni ricorrenza...Natale, festa della donna, dei nonni, del papà Etc Etc...... Non è solo un giorno che conta, ma sempre...e i nostri cari sono con noi sempre. Ciao cara, serena giornata

      Elimina
  2. Ciao Paola, insieme alla tristezza e alla nostalgia per i miei cari, provo anch'io quel sentimento che tu descrivi così bene..quando da piccola con la mamma si andava a trovare i defunti..In questi giorni non mi piace più andare al cimitero: c'è troppa gente e confusione. Preferisco i giorni feriali quando c'è silenzio e si può stare in raccoglimento..
    Serena giornata
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È così cara Carmen! Una volta era una volta.... Ora è tutto diverso e si preferisce andare al camposanto quando non c'è nessuno...per raccoglierci e pregare...per quanto mi riguarda preferisco parlare con loro anche e forse soprattutto senza andare di fronte a quella pietra fredda che mi appesantisce il cuore e so che loro sanno questo mio pensiero.
      Serena giornata anche a te e famiglia, ti abbraccio

      Elimina
  3. Il loro ricordo ci accompagna ogni giorno e ogni giorno ci tengono per mano.
    Un abbraccio cara Paola e una preghiera anche per chi non ha nessuno che prega per loro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Pinuccia, sono sempre al nostro fianco e lo saranno per sempre, finché vivono nel nostro cuore. Dopo di noi, si spera, che altri li ricorderanno tramite il ricordo di noi che li amavamo tanto
      Mi unisco alla tua preghiera per chi dorme il lungo sonno, dimenticato da tutti.

      Elimina
  4. Non servono fiori e lumini, ma preghiere per i nostri cari che ci hanno amato.

    Hai sempre bei ricordi della tua fanciullezza...

    Baci, Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Gianna, sono proprio questi i ricordi che aiutano a vivere e ad accettare che loro non ci siano più materialmente. Da parte mia sono felice di averli, e mi fa piacere condividerli con chi mi vuol bene. Ti abbraccio e prego anch'io con te.

      Elimina
  5. Ciao Paola la poesia e bellissima
    oggi i cimiteri sono pieni di gente
    ma sapessi quante volte durante
    l'anno mi trovo solo in cimitero
    c'e gente che purtroppo passato
    il due novembre si dimentica
    di quel luogo santo.
    dove tutti abbiamo
    qualcuno da riccordare
    e dir loro una preghiera.
    ciao un abbraccio

    Tiziano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tiziano, faccio anche mie le tue parole. Andare al Cimitero quando c'è confusione non lo sopporto più e, per me non ha senso.preferisco altri momenti.
      Grazie ancora per la premura che mi ha davvero commosso!
      Un abbraccio , a presto

      Elimina
  6. Il ricordo dei nostri cari vive con noi tutti i giorni.

    Un abbraccione
    Cri&Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricambio l'abbraccio, con affetto. Buona serata ragazze!

      Elimina
  7. Paola...mi è sorto un brivido...sono le stesse sensazioni-emozioni che provavo io da piccola.Hai descritto in modo veramente toccante quelle visite e questo triste giorno di oggi.
    Ti ringrazio tanto e porto con me oggi questo tuo scritto, degno di un racconto in una pagina preziosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carla, anch'io ho provato molta emozione leggendo i tuoi versi... E questo scambio è bello , oltre che positivo. Grazie e buona e serena serata a te e famiglia

      Elimina
  8. Cara Paola come vedi rieccomi nuovamente.
    Leggendo questo tuo post ho pensato alle belle e semplici parole che i nostri cari ci hanno lasciato e sentire questa belle poesia un brivido mi assale fino al cuore, grazie cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tomasoooo!!!! Che bello,vederti in giro! Stai meglio e ne sono felice. Grazie amico del dono che mi fai con le tue parole. Ti abbraccio e, mi raccomando, stai sempre così!

      Elimina
  9. Ciao Paola, vedo che è un sentimento comune quello di non relegare a un solo giorno il ricordo, il passato, quello che ci fa capire chi siamo.
    Nel tuo racconto ho rivissuto quei giorni, oserei dire di festa per me che ero bambino, purtroppo poi crescendo quelle foto diventono persone che hanno condiviso con noi una parte di vita, quindi c'è più tristezza.
    Come dicevi, sono momenti della nostra vita che ci temprano e ci aiutano a vivere.
    Ciao buon pomeriggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gianni, quando siamo bambini si fa presto a considerare festa una cosa inconsueta... Per noi allora, quelle visite , erano un po'una festa, perché non i accadeva tutti i giorni... Poi per forza di cose, si cambia e i sentimenti mutano ..... Ora la tristezza è immensa, non rimane che il ricordo e la voglia di rivedere i nostri cari...e sperare, fermamente, che accada davvero . Grazie di essere passato. Buona serata a te e Lucia.

      Elimina
  10. Ricordare i nostri cari li mantiene in vita, pensarli è tenerseli ancora vicini a sè. Un abbraccio cara Paola:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Viola! È proprio così, è l'unico modo per averli sempre con noi! Ti abbraccio con affetto

      Elimina
  11. ...i versi che hai scritto toccano il cuore, come altrettanto la rimembranza famigliare...i bei ricordi servono per farci amare la vita e per amare anche quella degli altri...un mazzo di fiori e un cero, per rendere omaggio alla dignità di un caro amore passato...con sincero affetto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso anch'io che i ricordi siano utili a noi , per farci vivere meglio, e per far vivere sempre anche chi, fisicamente, non è più....grazie Sergio, delle parole che mi lasci e dell'omaggio che rechi . Un grande abbraccio

      Elimina
  12. Hai scritto con la tua dolcezza parole di ricordo e d'amore Paola!
    Le persone che ci hanno amato e che abbiamo amato son sempre con noi, dentro di noi. Cimiteri, fiori, lumi.....certamente per chi crede sono importanti ma io penso che dopo un paio di generazioni tutto cade nel dimenticato e .....
    T'abbraccio Paola e scusa se come al solito io ci ho messo il mio pensiero "diverso".......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comprendo il tuo pensiero"diverso"... Può darsi che dopo un paio di generazioni tutto cada nell'oblio... A volte accade anche prima... Ma penso che succeda soprattutto in quelle famiglie in cui non si racconta ciò che è stato, non si mostrano particolari oggetti che ricordano una persona cara, e soprattutto non si mostra l'amore che abbiamo per quelle persone e per i loro oggetti... Io continuo a pensare ai miei genitori e di loro parlo ai miei figli, e ne parlerò, se Dio me ne darà la possibilità, anche ai miei nipoti .... Ma parlo e parlerò anche dei miei nonni, e di persone di cui mia madre o mio padre, mi parlavano.... E spero che tutti loro, continuino a vivere anche dopo di me.
      Grazie Elisena cara, ti abbraccio e ti auguro una buona serata.

      Elimina
  13. Risposte
    1. Lucia, non ti avevo vista prima, quando ti ho mandato i saluti nel commento a Gianni.. Ciao cara, buona serata e un abbraccio grande.

      Elimina
  14. Ciao Paola ... un passaggio per un piccolo saluto novembrino... mandi mandi ...Loris…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Loris, il tuo saluto novembrino mi è assai gradito.. A presto per altri saluti ....grazie

      Elimina
  15. Finchè vivono nel nostro cuore e nei nostri ricordi loro sono sempre qui........
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E noi cerchiamo di fare il possibile perché vivano il più a lungo possibile... Ti abbraccio, Andreina, a presto

      Elimina
  16. Bellissimo post Paola. Dolce, nostalgico, pieno d'amore... Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Miryam, come sono contenta di vederti! Grazie mia cara amica, per la presenza e per le tue dolci parole. Un abbraccio grande

      Elimina
  17. Proprio come tu dici, cara Paola. Più e meglio di qualsiasi cosa vale il ricordo. Sentire i nostri morti nella nostra mente e nel nostro cuore vuol dire dare a loro, come tu dici, una seconda possibilità di vita che porta con sé anche i loro di ricordi in una catena d'amore infinita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ambra, e ancora ben tornata! Ecco quel che intendo veramente: come dici tu, il nostro costante ricordo di loro, può creare una catena d'amore infinita con cui farli vivere ancora e ancora .... con noi e dopo,di noi. Buona giornata cara amica

      Elimina
  18. Passo per abbracciarti e augurarti buona domenica.
    Un post molto bello, come solo tu sai fare
    Un bacio Rita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fatto col cuore cara Rita, e in questi giorni, più che mai , il cuore parla.... Ti mando un abbraccio grande

      Elimina
  19. Condivido tutto ciò che hai scritto!
    Ti abbraccio, buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono felice Giglio, ricambio l'abbraccio augurandoti una buona giornata

      Elimina

  20. ¸.•°✿⊱╮
    °✿ Olá, amiga!

    Passei para uma visitinha e deixar uma abraço carinhoso.

    Bom fim de semana!
    Beijinhos do Brasil.°✿
    ♫•*¨*•.¸¸✿✿¸¸.•*¨*•♫

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ines , grazie della tua costante premura! Un bacione a presto

      Elimina
  21. Risposte
    1. Abbraccio ricambiato di vero cuore Cavaliere! Buona giornata

      Elimina
  22. Son d'accordo con Elisena. I nostri cari rimangono con noi sempre anche dopo che ci hanno lasciati "soli" in questa vita terrena. Un abbraccio affettuoso a te e a Saverio.
    Una carezzina dolce a Pallina.
    Baci baci,
    Ele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara Elena, ciao!! Si anch'io condivido ciò che dice Elisena, come puoi vedere dal mio post. Sono sempre e più che mai con noi. Ti abbraccio e Saverio ricambia , come Pallina che ti dice Fr Fr.... Una scompigliatina alla tua Alexiuccia

      Elimina
  23. Paola cara, bellissimo post per i nostri cari. Ma come ha scritto Elisena, vivono dentro di noi... Poche volte sono riuscita ad andare in cimitero...
    Un saluto e un grande abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ale, saranno sempre nel nostro cuore! fino a che manteniamo vivo il loro ricordo anche in chi verrà dopo di noi, continueranno a vivere. Un abbraccio grande e buona giornata

      Elimina
  24. è un bellissimo post con tanta dolcezza. I nostri cari sono sempre con noi e ci stanno accanto nel nostro cammino. Ci aiutano e ci scaldano il cuore.
    buona serata
    isa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Isa, per la tua partecipazione ! Ti abbraccio caramente

      Elimina

  25. █▀█▀█ █║║║█░░▓▀▀ ▓▀ ▓
    ║║█║║ █║║║█░░▀▀▓ ▓▀ ▓__/)__./¯”"”/’)
    ║║▀║║ ▀▀▀▀▀░░▀▀▀ ▀▀ ▀\)¯¯\)¯\_„„„„\)
    █▀▀▀ █▀▀▀█ █▀▀▀▀ █▀▀▀ █ █▀▀▀█ █║║║ █▀▀▀▀
    ▀▀▀█ █▀▀▀▀ █▀▀▀║ █║║║ █ █▀▀▀█ █║║║ █▀▀▀
    ▀▀▀▀ ▀║║║║ ▀▀▀▀▀ ▀▀▀▀ ▀ ▀║║║▀ ▀▀▀▀ ▀▀▀▀▀
    ________██▓▓████▓████
    _____█████▓▓█████▓████
    ___███████▓▓█████▓█████
    __███████▓▓███████▓████
    _███████████▓▓██████▓██
    _██████████__▓▓▓▓▓████▓
    _█████████▓________▓▓██▓
    _█████████▓_[█]________██
    ██████████▓_______[█]_ ██
    _▓█████████____=_____███
    __▓████████__________███
    ___▓██♥♥███____♥____███
    _████▓███________█████
    _██████▒▒▒▒♥▒▒▒█████
    __ ███▒▒▒███▒███▒▒███
    ___██▒▒██████████▒▒██
    ___█▒▒__█████████ ▒▒█
    ____▒▒___ ███████_ ▒▒
    ____▒▒__█▒▒███▒▒█▒▒
    _____▒▒███♥♥♥♥♥███▒
    ______█████████████
    ____██████████████

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei tu speciale, cara Mirta, con le tue dolci attenzioni. Ciao cara, buona settimana

      Elimina
  26. Condivido in pieno. Una volta non era doloroso andare al cimitero: c'erano i nonni, è vero, ma non era come vedere i propri genitori chiusi dietro quelle lapidi e tante persone care con le quali si sono condivisi tanti momenti felici. Adesso è tutto molto più triste. Però hai ragione. Anch'io vado poco al cimitero, perchè tutte quelle persone sono nel mio cuore e sono sempre con me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, è così Katherine , ora è doloroso perché ci sono lapidi che ricoprono persone a noi assai care, conosciute ed amate! Andare al cimitero, in effetti, non ha molto senso se non pensiamo a loro ogni giorno .... Solo sentendoli dentro il nostro cuore, continuiamo ad amarli, rispettarli e a farli vivere

      Elimina
  27. Che dolce questo racconto Paola, parole in cui mi ritrovo. anch'io andavo da bambina al cimitero con i miei genitori e provavo sensazioni molto simili alle tue. Oggi devo dire, ci vado in altri giorni, andarci un giorno dedicato mi sembra un dovere e questa idea non mi piace.
    L'amore per i miei cari lo conservo dentro e questo vale più di ogni altra cosa.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo commento cara Girasole, convalida il sentire mio e di coloro che hanno detto qualcosa riguardo al mio post. Andare nel giorno stabilito in effetti sembra solo un dovere, quasi un obbligo e raffredda molto il gesto, a mio parere... Comunque non è andando al cimitero che diamo il nostro affetto a chi non è più.... portandoli sempre nel nostro cuore è molto più importante. Ti abbraccio

      Elimina
  28. hai scritto delle parole bellissime e io che sono lontana dal cimitero dove riposano i miei,non mi sono sentita in colpa per non aver portato un fiore,perchè il fiore più profumato è il ricordo,ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Graziella, ti avevo saltato!!!! scusa, ti prego... grazie di queste parole. In effetti, non a tutti è concesso di avere il cimitero vicino! penso che i tuoi cari siano comunque felici sentendosi ancora tanto amati da te, e come tu dici, il fiore più bello è il ricordo che conserviamo nel cuore. Un abbraccio grande

      Elimina
  29. Merci Paola pour ce billet si touchant.
    Bises

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marie-Paule , merci à toi, de tout coeur. Je t'embrasse..

      Elimina
  30. Un post accorato ma pieno di dolcezza, come sempre dolcissima sei tu, mia cara Paola.

    Il mio ricordo per coloro che ho amato non si spegne mai e anche quando non riesco ad andare a far loro visita al cimitero li sento comunque sempre vicini a me.

    Ti abbraccio con tenerezza.

    RispondiElimina
  31. Non smetterò mai di dirti quanto sei cara tu Krilù ... Posso dirti che anch'io conservo ricordi dolcissimi dei miei cari, e non passa giorno che non me li sento accanto; è una sensazione buona, rasserenante che niente ha a che fare con quanto provo di fronte ad una fredda lastra di marmo. Il mio babbo condivideva il mio pensiero, mamma invece non la pensava come me: lei , da quando morì suo padre prima e mio padre dopo, non ha mai cessato di recarsi ogni giorno al cimitero, per 35 anni!!! ... Per lei era un fare ancora qualcosa per loro, ed io rispettavo il suo desiderio ma sapeva bene che la pensavo diversamente.
    Un abbraccio immenso

    RispondiElimina
  32. Com'è dolce questa poesia cara Paola, qualsiasi cosa scrivi, è di una dolcezza infinita.
    I nostri cari che non ci sono più, vivranno sempre dentro di noi... nei nostri cuori, perchè sono i nostri ricordi che continueranno a farli vivere.
    Un abbraccio dolce Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando penso ai miei cari, il mio cuore trabocca di tutto l'amore che avrei voluto ancora donare a loro, in vita... A volte mi chiedo se sono riuscita a comunicarglielo.... E così me li tengo stretti , nel ricordo dei momenti più belli vissuti insieme.
      Grazie cara Betty, un bacio a te e a Matteo

      Elimina
  33. Cara Paola .
    Condivido il pensiero di BETTY . Ogni cosa che scrivi trasmette una grande emozione e toccano l'anima e il cuore . I miei cari, che oggi non ci sono più li ho sempre nel mio cuore,mi aiutano a vivere ,per questo non sento il bisogno di andare spesso al cimitero con tutti quei fiori e lumi . Buon inizio di settimana . un bacio Lina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lina carissima! Sono felice di trasmettere qualcosa di buono... Penso che il fatto di tenerlo nel nostro cuore faciliti quel non dover andare al cimitero troppo sovente... Ma poi, ognuno reagisce al dolore di certe perdite a suo modo...grazie ancora della visita. Abbraccio

      Elimina
  34. Risposte
    1. Grazie Lu, e , data l'ora, dolce notte! Un bacio

      Elimina
  35. ciao, un caro saluto
    ...notte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara IsA, un abbraccio con simpatia e dolce notte anche a te!

      Elimina
  36. Cara Paola, sono stata a Redipuglia durante la mia gita a Trieste: m'ha messo una gran tristezza vedere tutti quei nomi di giovani soldati morti; ho ripensato anche ai miei nonni che raccontavano della loro esperienza nella Grande Guerra...
    Anch'io come te penso spesso ai miei cari che non ci sono più e che vorrei ancora accanto per dar loro un affetto più profondo di quello che penso d'aver dimostrato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino Lella, non può che destare tristezza vedere lo strazio di tante giovani vite... Il tuo post mi ha fatto pensare a mio padre, che durante la guerra( ultima) trascorse un periodo a Palmanova.
      Quanto al desiderio di poter dare ancora affetto ai nostri cari, penso che lo percepiscano e che sentano ugualmente tutto il nostro amore. Purtroppo, indietro non si torna....ciao cara!

      Elimina
  37. Cara Paola, tu attraverso i post parli spesso dei tuoi genitori, è noi li conosciamo attraverso te.
    Hai avuto davvero genitori splendidi!

    Versi che leggendoli mi hanno trasmesso quella dolce malinconia che invade l'anima e la rende per un attimo più splendente.

    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Rosy, più il tempo passa e più mi rendo conto di quanto mi hanno amata al punto che, parlare di loro è per me un gran conforto ed è un modo per sentirli ancora vivi: il bisogno di sentirli vicini è intenso! Sicuramente sono stati dei genitori eccezionali.
      Grazie di queste tue parole, e mi fa piacere se sono riuscita a donarti sensazioni positive. Ti abbraccio

      Elimina
  38. Anche per me andare al cimitero da piccola era un bel rito.
    Quello del 2 novembre, in cui si faceva tutti una gita in macchina e si andava a trovare anche parenti fuori zona...
    E quello di molte domeniche: prima in giardino con papà a cogliere i fiori, per poi portare i loro colori a rallegrare le tombe di persone invisibili e sconosciute ma in qualche modo a me legate... Mi dava allegria quell'ora col mio papà! E mi ricordo un certo punto in cui ci fermavamo ad osservare qualche lucertolina che prendeva il sole... Purtroppo il giro si fa sempre più lungo...
    Non so papà ma io, in quel punto, rallento ancora il passo e con sorriso curioso guardo se c'è qualche lucertolina al "solito posto"! :)

    RispondiElimina

Sono felice di accogliere chi mi porta un sorriso o anche un semplice "ciao": è sempre il benvenuto nel mio "Mondo"....
Se qualcuno non è registrato e vuol lasciarmi un suo commento...basta che, una volta scritto quanto desidera dire e una volta che si è firmato, clicchi su anonimo e poi su PUBBLICA ...

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.