venerdì 2 luglio 2010

SILENTE CREATURA


Silente creatura
delicata vita
da infide trame di perla imprigionata

Abbandonata al venefico sopore
si lascia cullare e sogna...

Non più profumi di petali soavi


Non la rugiada potrà più destarla.....

Lenta la morte la sorprende
né l'alba più vedrà il suo volare

Così , come farfalle imprigionate da invisibili ragnatele finiremo se non facciamo sentire tutto il digusto e il senso di ribellione contro un mondo in cui si rischia di non poter più parlare liberamente o di esprimere il nostro pensiero.
Sere fa mi è capitato di vedere il film documentario di Gandini sul potere mediatico che da anni sta tessendo la propria ragnatela attorno alla nostra Italia: il titolo,"Basta apparire", la dice lunga: è un film del 2009 (http://romaniaintheworld.wordpress.com/2010/02/16/videocracy-documentarul-despre-berlusconi-interzis-in-italia-a-facut-furori-in-america/)creato per spiegare la realtà italiana.
Ebbene, a vedere come alcuni si lasciano abbindolare da sorrisi, luccichii e false promesse, non ho resistito oltre pochi minuti:la nausea mi ha portato a cambiare canale... ma in me è rimasta la tristezza che troppe falene si muovono intorno a quella falsa luce rimanendone attratte ; la paura di un domani fatto di sola apparenza, senza spiritualità, senza valori, mi terrorizza.
Mi chiedo: esiste la possibilità di districarsi? riuscirà l'Italia a riprendere il volo, a strapparsi di dosso l'infida ragnatela e riassaporare il dolce profumo del tempo che fu?

19 commenti:

  1. cara Paola
    ho letto per due volte il tuo post.Non credo che l'Italia,per quanto stia attraversando un perido un pò difficile,per una o l'atra amministrazione,possa ,mai fare lo sbaglio di ritornare indietro nel tempo.Non credo che chi ci governi e chi lo farà in seguito abbia intenzioni così restrittive.
    Parlare,con intelligenza,pensare prima di parlare,non ripetere a vanvera discorsi sentiti nei "corridoi",questo dovrebbe fare la gente intelligente....
    Non sta bene insultare,deridere o beffeggiare qualunque pensiero diverso dal nostro...sia di politica che di altro.
    Credo in un certo senso che la Storia qualcosa abbia lasciato in noi...
    ti abbraccio lu

    RispondiElimina
  2. Dei versi levigati e profondi, che inducono a riflettere sull'intima natura dell'uomo.
    Un cordiale saluto e complimenti per il tuo simpaticissimo blog.

    RispondiElimina
  3. Penso Paola che stiamo rasentando il pià basso profilo che un essere umano possa pensare.

    Per fortuna non tutti sono (siamo) così, penso che ancora ci siano tante persone colme di valori positivi e di sani principi. Basti pensare al volontariato (siamo uno dei paesi a percentuale più alta) ed in fondo se noi stessi se ci guardiamo fra le nostre mura domestiche ...beh..io vedo i miei figli colmi di piena volontà e voglia di fare della loro vita dei validi esempi...e come loro ce ne sono tanti. ciaooPaola, buona serata

    RispondiElimina
  4. ciao Paola,intanto complimenti per le parole delicate e per le belle immagini che le accompagnano.Io penso positivo,e credo nell'intelligenza della gente e nelle sue capacità critiche e che poi l'informazione,qualunque essa sia,filtrata o no,va presa cum grano salis.Nessuno,credo voglia tornare ai tempi bui.ti abbraccio

    RispondiElimina
  5. Complimenti Paola,
    parole che fanno pensare molto.
    Speriamo in bene
    Baci Vanda

    RispondiElimina
  6. purtroppo...
    ma le falene alla fine fanno una brutta fine
    speriamo di poter non finire come loro

    RispondiElimina
  7. Paola post stupendo per forma e cntenuto.
    L'apparire inganna, l'apparire rovina...e temo che l'apparire avrà sempre il sopravvento...

    RispondiElimina
  8. è vero..le falene si bruciano le ali e non solo..ma sovente mi è capitato di riscontrare che parecchie persone sono peggio delle falene..almeno loro si fanno abbagliare dalla luce di un lampione o di una lampadina..le falene di cui parlo io si fanno abbagliare dalla ricchezza mediatica ed inducono gli altri a fare come loro..soltanto che loro non si bruciano..ma chi va incontro a loro inconsapevole di ciò che può capitargli..bhè li allora diventa un guaio serio.

    un abbraccio a te..

    ..njara

    RispondiElimina
  9. Ciao cara Paola. credo che dopo che tutti ti hanno fatti i complimenti per i tuoi bellissimi versi io mi posso allencare a loro, ho ripassato
    il post più volte e ti posso assicurare che sono daccordo con te,
    ma non dobbiamo essere pessimisti cioè speriamo che le chiacchiere non si realizzeranno mai.
    Ti abbraccio fortemente augurandoti un buon fine settimana,
    con affetto Tomaso

    RispondiElimina
  10. Nessuno ha voglia di fare del catastrofismo, ma basta guardarsi attorno, basta capire quali leggi si vuole approvare da parte di questo governo, per valutare in che strada ci stiamo incamminando.
    La mia paura, se sarà approvata la legge sulle intercettazioni, sarà quella di perdere oltre alla libertà di parola (e per me è difficile stare zitta!!!) anche quella di pensiero!!!
    Tornare indietro? Ma ci stiamo già andando a rotta di collo e purtroppo in pochi se ne stanno accorgendo.
    E chi vi parla è una inguaribile ottimista, ma che ha gli occhi per vedere quello che ci propina la tv e quindi con la mente cercare di valutare che non si fa il bene di una nazione con le barzellette, le battute, le gaffes a causa delle quali siamo derisi da tutto il mondo.
    Hai ragione Paola di essere disgustata, io sono anche molto arrabbiata.
    Ciao
    un abbraccio
    Bruna

    RispondiElimina
  11. Ciao Paola,belli questi versi,e giusto il post sotto,serve lottare e darsi una mossa.
    Buon fine settimana.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  12. Quanta tristezza nell'apparire e nel volere apparire. speriamo di farcela sono ottimista ma ci sono persone che vogliono essere falene davvero e con convinzione, viene da piangere.
    Ci sono situazioni inverosimili che anche attraverso i blog vengono fuori...

    ciao cara con un abbraccio di ottimismo.

    RispondiElimina
  13. ***Lufantasy: Cara Lucia, forse non mi sono spiegata bene, ma io non mi auguro affatto che l'Italia torni indietro, ma che torni ad apprezzare i valori di un tempo. Con questo non intendo neppure dire che tutti gli italiani sono uguali, e ci mancherebbe solo questo! esistono per fortuna le persone che con intelligenza sanno dove rivolgersi. Però a me dispiace vedere che tanti giovani e tante ragazze si lascino abbindolare con facilità da "pifferai magici" che promettono loro ricchezza e fama con troppa faciloneria. Ammiro la tua fiducia nel prossimo, ma non condivido la tua idea che chi ci governa non abbia intenzioni restrittive: è davanti agli occhi di tutti il contrario e non sono voci di corridoio. E' appunto perché la storia ci insegna qualcosa che spero che presto il vento che spira, cambi direzione.
    Per il resto penso come te che non si debba insultare chi ha idee diverse dalle nostre: però si può ragionare e confrontarsi.Il mio abbraccio e buona giornata

    ***Guardiano del Faro: è sempre necessario riflettere, ma ora più che mai occorre. Grazie per l'intervento. Cari saluti

    ***Carla, i colori..:sono anch'io certa che esistano ancora tante persone con valori positivi, per fortuna;e anch'io come te, quando guardo i miei figli, so che come loro ce ne sono altri, ancora rispettosi degli insegnamenti ricevuti e pronti a vivere la loro vita in onestà e con sani principi: proprio loro sono la nostra speranza e il futuro della nostra nazione.Ma tutto questo non mi tranquillizza completamente, perché sono tanti che invece sono attratti da esempi sbagliati.
    Speriamo in bene e non perdiamo l'ottimismo del tutto. Ciao, buona giornata

    ***Gabe: anch'io sono abbastanza positiva nel pensiero e so che ci sono persone intelligenti che sanno filtrare le informazioni propinate: ci sono giovani che sanno dove andare a cercare la verità,ed è a loro che guardo fiduciosa. Grazie cara, un abbraccio

    ***Vanda:sono con te, l'unione fa la forza anche nella speranza. cari saluti e baci

    ***Paola: pensiamo che alcune falene si accorgono in tempo che la luce può bruciare loro le ali..o per lo meno speriamolo! ciao, bacioni

    ***Stella: grazie amica mia: non ho mai sopportato le persone che vogliono apparire e in realtà valgono molto poco.. purtroppo, spesso le ho viste eccellere e prevalere su altri che avrebbero meritato molto di più. Un bacio, grazie del contributo

    RispondiElimina
  14. ***Njara:certamente mia cara; le falene di cui parlo sono coloro che si lasciano confondere e si abbagliano al pensiero di ricchezze facili e notorietà; pensano che seguendo certi esempi, potranno diventare uguali e si perdono, fino a bruciarsi irrimediabilmente. vedo che sei in sintonia col mio pensiero. ma non perdiamo la speranza. Ciao, con un abbraccio, buona giornata

    ***Tomaso: buongiorno amico mio; sei gentile per come parli dei miei versi. Anche a te dico che non dobbiamo disperare ma augurarci che tutti vedano la giusta strada da seguire.
    Un abbraccio

    ***DianaB: la tua risposta mi trova pienamente d'accordo. Infatti non era nelle mie intenzioni di fare "catastrofismo", bensì volevo fare una valutazione di quello che è la nostra realtà attuale! Anch'io spero con tutta l'anima che quella legge non venga approvata: sarebbe una rovina.
    E sono d'accordo con te sul fatto che non si può ignorare che tutto il mondo ci ride alle spalle..le persone serie, con sani principi e valori, non sanno accettare tutto questo. Le barzellette non ti danno da mangiare, non ti danno lavoro! c'è un tempo per ridere ma, prima ci deve essere un tempo di fare le cose seriamente. Coraggio, speriamo in bene. Un abbraccio

    ***Achab: grazie amico! riflettere, lottare e ottenere... ciao, buon fine settimana anche a te.

    ***Calliope: è proprio quello che a me dà tanta tristezza: la convinzione che hanno alcune persone e vederle che si buttano così per qualcosa di fittizio e privo di valore, fa male al cuore.
    Non lasciamoci prendere dal pessimismo e continuiamo a sperare in bene. Tanti baci

    RispondiElimina
  15. Complimenti per i versi Paola.Spero che gli italiani iniziano a trovare la voglia di certi valori come la libertà.Ultimamente troppi valori sono andati persi,io non amo i regimi antidemocratici e i miei nonni quando erano in vita con i loro racconti mi hanno trasmesso la dura realtà della guerra e delle dittature.Nella speranza di un futuro nuovo,ti auguro buon fine settimana,saluti a presto

    RispondiElimina
  16. CAra Paola, prima in versi e poi in prosa hai descritto perfettamente la realtà italiana.
    Come si fa a credere che tutto va bene, che la crisi è superata (e potrei continuare chissà quanto) quando basta solamente vedere un pò "oltre le righe" per rendersi conto che non è così come vogliono farci apparire?!?!
    Questo è uno dei mali : apparire, non essere.
    Noi siamo sulla buona strada, e per fortuna non siamo da soli!
    Buona fine settimana, un caro saluto.

    RispondiElimina
  17. E come può rispondere a questi interrogativi una che si fa chiamare Spes???
    Anche se ci sono momenti in cui il mondo mi cade completamente addosso..credimi Paola.

    RispondiElimina
  18. Spesso dimentichiamo che per essere uomini liberi qualcuno e' morto per noi. La liberta' di parola e' la base fondamentale in un paese libero.
    Ti auguro una buona domenica :)
    Gio'

    RispondiElimina
  19. ***Cavaliere..:ti ringrazio; io non faccio che sperare che qualcosa cambi, da un giorno all'altro!i governi possono cadere, e ricordo che una volta accadeva spesso, anche se era meno necessario di ora... mah, staremo a vedere! speriamo in bene, soprattutto per il futuro dei nostri giovani. Un caro saluto

    ***Sirio:Grazie delle gentili parole.Io non lo so, come si fa! ma c'è chi lo afferma ed io mi chiedo se è perché ha gli occhi foderati di prosciutto oppure perché non ha la giusta sensibilità.Il male peggiore è proprio questo voler apparire: speriamo che tanti siano coloro che vogliono seguire un'altra strada.Cari saluti a te

    ***Spes: mia cara, da una con questo nome non può che esserci una risposta; lo so che a volte ci viene voglia di chiamarci"Disperazione", ma non dobbiamo perdere mai la fede in qualcosa di migliore. Sarebbe un guaio. Un abbraccio

    ***Dual: mi fa piacere averti qua. Il tuo pensiero mi accompagna molto spesso: non si può dimenticarci di tutti coloro che per dare all'Italia la libertà, hanno sacrificato tutto, fino all'estremo.Se potessero tornare e vedessero dove siamo arrivati, il loro dolore sarebbe qualcosa di sovrumano. Si chiederebbero a che pro ?!?.. ma è così, e per il momento possiamo solo aspettare che soffi un nuovo vento e che spazzi via tutto ciò che non va. Ti saluto caramente

    RispondiElimina

Sono felice di accogliere chi mi porta un sorriso o anche un semplice "ciao": è sempre il benvenuto nel mio "Mondo"....
Se qualcuno non è registrato e vuol lasciarmi un suo commento...basta che, una volta scritto quanto desidera dire e una volta che si è firmato, clicchi su anonimo e poi su PUBBLICA ...

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.