mercoledì 18 agosto 2010

CHE FAI TU, LUNA, IN CIEL?

...dimmi, che fai,
silenziosa luna?

Così Leopardi inizia il suo triste "Canto notturno di un pastore errante dell'Asia" e mentre domanda alla luna a che vale il suo vagare eterno, a se stesso chiede a che vale il suo vivere breve....

Questo prologo non è certo per fare un confronto tra me e Leopardi: non oserei mai!
ma quando guardo la luna mi viene spontaneo dal cuore il primo verso del canto leopardiano e, difficilmente ho sensazioni positive; mi inquieta, da sempre, e da sempre la vedo come una luce falsa.......



per lei nutro un sentimento di odio-amore che non so spiegare; mi piace vederla riflessa nel mare: solo allora il mio cuore riceve pace; ma vederla in cielo, o intera o nelle varie
forme di falce, mi rattrista senza un motivo vero e proprio e spesso, quando è crescente o piena, faccio anche fatica ad addormentarmi.
Giorni fa, nel blog di Stella "Poesie in vetrina" ho letto una bellissima poesia di Ligeja: un suo verso mi ha colpito e mi è tornata in mente una delle mie vecchie poesie indirizzate alla luna.
E' triste: non si adatta più del tutto al mio modo di vedere la vita, ma è pur sempre in qualche modo vicina alle sensazioni che provo guardando la luna e la voglio pubblicare per scoprire quali sono le sensazioni che suscita la luna in voi che mi leggete.

LUNA BUGIARDA

Fredda ,illusoria luna
nel pallido tuo sorriso

Fallace amica
che in paure notturne
proditori agguati favorisci

Guida nella notte buia
una lama lucente nascondi

gelida, tagliente
bugiarda e traditrice come te
mi ferisce e mi trafigge il cuore



Pensieri - gennaio 1971


22 commenti:

  1. Xò la poesia e fantastica e dirti quello che provo io quando gurado la luna...tantissima solitudine specialmente quando e piena e a volte mi mette anche i brivvidi...1 forte abbraccio e complimenti x la poesia...smack e buona giornata

    RispondiElimina
  2. la poesia è bella........

    la luna il più delle volte non mi trasmette nessuna sensazione.....
    ma quando capita di essere in una fase no della vita allora la evito perchè mi dà una sensazione d'angoscia.

    RispondiElimina
  3. Una poesie che è il cavallo di battaglia delle poesie sulla luna.
    Tutti cercano la verità nella luna ma tante volte è bugiarda.
    Un abbraccio sincero cara Paola,
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Ciao Paola.
    molto bella la poesia,non so il perchè ma ho pensato non solo a leopardi, ma anche a Giovanni Pascoli nella "Cavallina storna".
    Quando dici

    Guidi nella notte buia
    una lama lucente nascondi

    Penso che la luna riflette le sensazioni che viviamo, come può essere romantica per gli innamorati, allo stesso tempo può risultare inquietane in un momento triste.
    Ciao a presto.

    RispondiElimina
  5. Anche a me , guardando la luna, viene sempre e subito in mente Leopardi e l'inizio del "Canto notturno...".
    A me non dà angoscia nè tristezza. Anzi il contemplarla mi rasserena e potrei fissarla per ore.
    I tuoi versi sono molto intensi e forti e magnificamente esprimono le emozioni provate. davvero molti complimenti, sinceri, per questa poesia. Andrebbe condivisa più ampiamente. Credo che la lettura delle poesie, tutte le poesie, aiuti moltissimo il vivere quotidiano.
    Grazie Paola.

    RispondiElimina
  6. "Canto notturno di un pastore errante dell'Asia" è stata ai tempi dell'adolescenza una delle mie poesie preferite.. Ma quanta inquietudine.. quante domande sulla vita, quanti pensieri tristi, quanta ricerca di un senso.. Ora sono decisamente più solare, o meglio, cerco più il sole dentro di me che non la luce fredda della luna.. E' una scelta che cerco di fare costantemente e ...nonostante tutto.
    bella la poesia!
    un bacio

    RispondiElimina
  7. carissima Paola
    la tua poesia è bella,ma triste e come tu stessa dici non si adatta più al tuo modo di vivere.
    La luna per me è mistero,mi piace guardarla quando è piena perchè emana un'alone di luce che rischiara la notte....mi piace vederne uno spicchio ed immaginare che l'altra metà si stia riposando.....mi piace guardare il suo riflesso sull'acqua perchè mi dice che c'è ,che la sua bellezza arriva fino a noi.
    Un cielo senza luna,non sarebbe più un cielo....
    bacioni
    lu

    RispondiElimina
  8. Ciao! la luna? bella ed enigmatica.Mi piace pensarla popolata di esseri che ci guardano e che magari si fanno un sacco di risate vedendoci tanto indaffarati a cercare di scoprire se la luna è abitata o meno!

    RispondiElimina
  9. In sè la luna è un corpo celeste freddo...è il sole che le dà luce e vita....vive per noi della luce riflessa del sole... i suoi influssi vengono percepiti da tutti gli esseri viventi!
    Può essere che la luna eserciti sul tuo stato d'animo qualcosa di inquietante e misterioso!!!Io non provo questa avversione...perchè guardandola vedo un alone di magia.Invece mi sento inquieta ...quando non si vede!!!!Il buio pesto mi incute timore!!!Ciao carissima,un bacio ,Liza.

    RispondiElimina
  10. La poesia è molto bella cara Paola, io la luna la vedo come "la luce minore", quella che governa la notte e che permette di vedere la strada...
    e quanta musica è stata composta con riferimento alla luna? Il celebre "al chiar di luna" di Beethoven, per esempio...
    Un abbraccione, buona serata!

    RispondiElimina
  11. Lodi di allora ragazza...gli anni 70..già i famosi anni 70.
    Gli anni che per noi ragazze di allora dovevano regalarci attimi di vita "assolutamente unica"..e la luna era la nostra musa ispiratrice...la luna..la silente luna...la luna traditrice...la luna che ti spezza il cuore...
    La tua poesia Paola mi porta indietro negli anni....stupendo!!!!

    RispondiElimina
  12. Ciao Paola , la poesia è molto bella ed esprime pienamente il sentimento che nutri nei suoi confronti . E' strano perchè la luna , oggetto da sempre di tante tradizioni popolari , è stata sempre avvolta da un mistero e un fascino che l'ha resa anche divina . Io nei suoi confronti ho avuto sempre un atteggiamento positivo ; rossa o bianca è straordinariamente bella e sembra scrutare e proteggere dal cielo l'intimo universo dell'uomo.

    Un carissimo saluto
    Paola

    RispondiElimina
  13. ***Novelina e Andreina: anche a me la luna da questo senso di solitudine, di angoscia opprimente, al punto che spesso preferisco il cielo punteggiato di stelle ,ma senza luna.Saremo strane? o semplicemente lunatiche? non lo so ma queste sono sensazioni che difficilmente forse si possono spiegare. Un abbraccio a entrambe

    RispondiElimina
  14. Davvero devo prendermi del tempo, e lo farò, per stare su questo blog entusiasmante e non te lo dico per piaggeria, potrei stare zitta, invece te lo dico sei una donna davvero eccezionale, sono sicura che se ci conoscessimo saremmo amiche, abbiamo molti punti in comune.
    Posso darti la ricetta della pasta alla Norma così come me l'ha passata il mio amico Pietro di Catania?

    RispondiElimina
  15. Ok, mi vergogno un pochino davanti a una cuoca provetta ma forse ti farà piacere:
    dettata al telefono così:
    3 melanzane nere tagliarle a fette per la lunghezza mettendole sott'acqua con un peso e sale grosso (devono stare immerse)e l'acqua diventa viola.Friggere le melanzane dopo averle asciugate. In una insalatiera mettere parte delle melanzane fritte e farle a brandelli con la forchetta.
    Cuocere i pomodori a fuoco lento, aggiungere un pò di zucchero e due spicchi d'aglio. Mischiare alle melanzane rotte la salsa di pomodoro e la ricotta salata.
    Spaghetti n.5. Versare la pasta nella terrina, aggiungere le altre melanzane, la ricotta basilico fresco olio d'oliva. Pietro va preso così, ma la pasta è eccelnte. Un bacio.

    RispondiElimina
  16. ***Francesca Vicedomini: sono certa anch'io che se ci conoscessimo saremmo amiche! lo sai che ti seguo da diverso tempo, e anche se nel tuo blog delle poesie, non parli ai di te, vedendo come lo hai composto, le immagini che scegli per accompagnare le poesie, ho sempre capito che abbiamo molto in comune.. chissà che un giorno non possa accadere che ci troviamo!
    Ti ringrazio tantissimo per la ricetta: ne parlavo giusto ieri con mio marito, dicendogli che non l'ho mai fatta e che in fondo si potrebbe provare con la ricotta al forno che troviamo qui: non è stagionata al punto di grattugiarla, ma sbriciolarla si può.Il tuo amico non parla di grattugiarla, quindi mi dà ragione in un certo senso. La proverò e poi ti faccio sapere. Grazie ancora.
    Un bacio e vieni da me quando vuoi, c'è sempre un posto per te.

    RispondiElimina
  17. Passo a rispondere agli altri amici: l'ho fatto poco fa, ma non mi ha preso la richiesta!!! troppo lunga la richiesta... allora devo fare più in fretta..

    ***Tomaso : grazie carissimo, del contributo, tutti cercano di svelarne i misteri ma nessuno ce la fa!! un abbraccio e complimenti per come già ti senti nei confronti del Mac!!!

    RispondiElimina
  18. ***Gianni: hai pienamente ragione: tutto sta nella situazione in cui ci si trova... e allora si guarda a lei con altri occhi. Per gli innamorati ha sempre un aria complice.. ma per me è sempre stata fonte di sgradevoli sensazioni. Un abbraccio

    ***Sandra M: grazie per quanto dici; a me fa sempre piacere condividere le mie emozioni con voi, c'è quando ci sono più interventi e quando meno. Ma sapere le opinioni altri è sempre piacevole. Un bacio

    ***Viola: a me tutto di Leopardi piaceva; era il poeta che più mi sentivo vicino nella mia giovinezza che è trascorsa in ampia solitudine: non erano molte le compagne a condvidere questa mia passione. Ora, anche se ho una situazione di gran lunga diversa, lo rileggo sempre con piacere e con la giusta malinconia. Un abbraccio

    ***Lufantasy: mia cara Lu, quel tuo dire"mi piace vederne uno spicchio ed immaginare che l'altra metà si stia riposando....." dimostra il tuo carattere solare! a me appare sotto altra luce e, quando non c'è sto meglio.. ma è una mia sensazione, anche se vivo in una situazione diversa da quando scrissi la poesia. Ti abbraccio

    ***Elsa: come sono contenta di rivederti qua tra noi. Chi può dirlo se davvero di lassù tanti "seleniti" ci guardano sghignazzando mentre noi cerchiamo di scoprire.... scoprire poi cosa, ancora non si sa. Ciao a presto

    ***Liza: è proprio così, e forse è proprio la sua luce fredda che mi disturba, un po' come la luce a neon... quando la luna non c'è il cielo è buio, ma io cerco rifugio nelle stelle e ne ricevo molto più calore. Ti ringrazio salutandoti caramente

    ***Sirio: forse se guardassi alla luna, mentre ascolto le note di un notturno o di una bella canzone napoletana, la vedrei con occhi diversi.. potrei provare. Grazie del tuo intervento : un abbraccio

    ***Carla , i colori...:gli anni '70, per me soprattutto i '60, guardavamo a tutto con occhi sognanti e cercavamo di scoprire misteri e arcani vari..allora ero il più delle volte triste, e tante cose, oltre alla luna, erano per me motivo di sensazioni inquietanti. Grazie cara, a presto

    ***Paola: anche tu sei positiva verso l'astro d'argento e ne sono lieta per te. A me, ancora è difficile accettarla senza provare un senso di disagio. Ti ringrazio per le belle parole, ti abbraccio

    RispondiElimina
  19. Anch'io cara Paola ti rispondo qui, così vai meglio.
    Io vivo a Cittadella in provincia di Padova e tu? Sono felicemente sposata (tra qualche giorno il 34° anniversario) e ho un unico figlio che va per i 31, ed avendo la fidanzata ancora all'università anche se lui lavora vive ancora con noi, e la cosa non mi dispiace affatto! Core de mamma!!!
    Per la ricotta io sono del parere che si fa con quello che si ha, perchè se si aspetta ad avere il massimo...
    E sì, lo spazio ha una fine, hanno cominciato a non caricarmi più le immagini dicendo che avevo finito il limite....prosegue...

    RispondiElimina
  20. ..e sono dovuta andare su Picasa ed eliminarne, così ho eliminato i miei blog: Belladonna, Abbond girl, Metti i pantaloni a Philip, e Bastardini e Co...altrimenti bisogna comperare lo spazio. Belladonna parlava della moda nel tempo, Abbond girl delòle donne e l'attualità, Metti i pantaloni a Philip di cinema e Bastardini era per far adottare appunto i bastardini...ciao cara ci sentiamo adesso vado a Verona (dove sono nata) a trovare mio papà, purtroppo al cimitero però...

    RispondiElimina
  21. Ed io vengo da te a risponderti!!

    RispondiElimina
  22. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Sono felice di accogliere chi mi porta un sorriso o anche un semplice "ciao": è sempre il benvenuto nel mio "Mondo"....
Se qualcuno non è registrato e vuol lasciarmi un suo commento...basta che, una volta scritto quanto desidera dire e una volta che si è firmato, clicchi su anonimo e poi su PUBBLICA ...

Si è verificato un errore nel gadget