martedì 14 giugno 2011

L'ITALIA S'E' DESTA?

 Da tempo non scrivo più di politica, ma, dopo il risultato di questo Referendum, voglio dire almeno due parole: tra il 12 e il 13 giugno, gli Italiani hanno dimostrato di volere il bene dell'Italia: recandosi alle urne, nonostante l'invito plateale a non farlo,  hanno disobbedito a ragion veduta ed hanno detto NO a quelle leggi che avrebbero fatto solo altro male al nostro Paese. 
Ora c'è chi dice di essere stufo di prendere sberle, e se vuole ci sono  a disposizione anche pedate o altro...... ma per noi è importante non prendere  ulteriori fregature che porterebbero l'Italia allo sfascio completo. 
Un risultato come questo appare come un dono offerto dagli Italiani all'Italia, quasi  a ricordare che quest'anno ricorre il 150°  dell'Unità di questa nostra Nazione: ed è un dono davvero speciale!  

14 commenti:

  1. La politica non mi appassiona, ma un saluto te lo lascio più che volentieri
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Ciao Simona! ora come siamo combinati, appassiona poco a tanti, ciò non toglie nulla alla soddisfazione che a me ha dato il referendum.
    Grazie del saluto che ricambio con affetto

    RispondiElimina
  3. Speriamo.....che sia la volta buona che un po' di gente s'è liberata da quelle spesse fette di salame che aveva sugli occhi....
    Ciao

    RispondiElimina
  4. Ciao Paola, speriamo che si continui così..Buon pomeriggio!!
    Carmen

    RispondiElimina
  5. Evviva!!!abbiamo vinto una battaglia ma non la guerra.......venendo a noi, riguardo alla pianta che non ti fiorisce più,hai notato se ci sono le lumache? ne sono ghiotte e mangiando il germoglio addio fioritura,è successo anche a me.Ciao Lorena

    RispondiElimina
  6. Evviva Paola, il vento sta cambiando, siamo stati tutti bravi, anzi bravissimi ! ed ora che abbiamo cominciato questo bellissimo risveglio non facciamoci più addormentare !!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  7. ciao Paola!
    Hai finito di cucire e dipingere?
    Buona giornata

    RispondiElimina
  8. Ben detto cara Paola era ora che gli italiani si facessero sentire, solo i votanti possono cambiare qualcosa concreto, ora non resta che aspettare se qualcosa potrà cambiare.
    Buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  9. speriamo sia l'ora della svolta....
    un bacio
    giovanna

    RispondiElimina
  10. Esatto, ci siamo fatti un grandissimo regalo. Lo abbiamo fatto per noi, abbiamo detto che siamo stufi, che possiamo decidere, che ragioniamo... questo abbiamo gridato, tracciando quattro solchi sulle caselle del SI. Cara Paola, grazie per i commenti lasciati... io ho avuto dei problemi ad una spalla e ci sono stata di meno. Ma ora rieccomi qua! Un abbraccione.

    RispondiElimina
  11. Si, il nostro bel Paese si è stancato di politici che non ci rappresentano più e si è dato da fare per cambiare rotta
    Evviva... uniti si vince .
    Un bacio ed un sorriso

    RispondiElimina
  12. Quiltbenaco: ciao Domenica, speriamo davvero che sia la volta buona: non chiedo di meglio! purtroppo temo che qualche fetta di salame sia ancora posizionata su diversi occhi! Mah?!?
    Si vedrà. Un saluto a presto

    Bilibina, lo spero tanto, sarebbe una gran cosa non perdersi per strada e non lasciarsi confondere . Ti abbraccio

    Lorena, certo la guerra ancora no, ma l'inizio promette bene!
    come ti ho detto, lumache non ne ho viste e poi le foglie sono molto rigogliose... ma quei bei fiorelloni non li vedo già da due anni! peccato erano delle amarillidi rosso fuoco, e mi piacevano tantissimo.
    Ti abbraccio

    Viola, a costo di tenersi gli occhi aperti con gli stecchini! non dobbiamo assolutamente addormentarci.Ricambio l'abbraccio con affetto

    Lufantasy: ciao Lucia cara, diciamo che sono in pausa.. ora ho da rilassarmi ancora un pochino, anche se ho da riordinare un po' la casa qui e in campagna.. tra un po' devo riprendere di sicuro a cucire.. e magari anche qualche pennellata, male non mi farebbe.
    La sera perlino un po'.. Ti abbraccio

    Tomaso,il vento DOVEVA cambiare prima o poi!!! ed ora dobbiamo mantenere la giusta rotta.. Un abbraccio

    Giovanna:loro si stanno arrampicando agli specchi secondo me.. e questo fa sperare ancora di più al meglio.Bacioni

    Lagos:cara Follettina, mi fa piacere rivederti, ma mi spiace tantissimo per il problema che hai avuto. Spero che sia tutto a posto ora e che tu riprenda alla grande.
    Concordo con quello che mi dici: è veramente ora di ragionare, di decidere, e continuiamo così!
    Un abbraccio grande.

    Zicin, sì, ed era l'ora!!! speriamo che il timone regga e ci conduca in un poto sicuro. Un abbraccio e un sorriso a te.

    RispondiElimina
  13. La cosa consola e molto... Forse per noi c'è ancora speranza. Speriamo solo che non trovino il modo di gabbare le decisioni prese con cavilli e imbrogli come è già accaduto, specie sul nucleare.
    Ciao Paola :-)

    RispondiElimina
  14. Girasole: la speranza non possiamo perderla! ma dobbiamo mantenere alta la guardia perché a procurarci imbrogli sono maestri, purtroppo. Speriamo di non riaddormentarci.

    RispondiElimina

Sono felice di accogliere chi mi porta un sorriso o anche un semplice "ciao": è sempre il benvenuto nel mio "Mondo"....
Se qualcuno non è registrato e vuol lasciarmi un suo commento...basta che, una volta scritto quanto desidera dire e una volta che si è firmato, clicchi su anonimo e poi su PUBBLICA ...

Si è verificato un errore nel gadget